Di seguito all’operazione Rail Safe day dell’8 agosto, si è svolta ieri 11 agosto una ulteriore giornata di controlli straordinari in ambito ferroviario denominata Stazioni Sicure, coordinata a livello nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria del Ministero dell’Interno, che ha visto impegnati sull’intero territorio regionale, gli operatori della Polizia Ferroviaria.

Il dispositivo adottato dalla Polizia Ferroviaria è quello relativo ad un controllo più capillare, con il contributo, soprattutto nelle realtà maggiori, delle unità cinofile della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza, di personale di Protezione Aziendale, delle Ferrovie dello Stato Italiane e delle Guardie Particolari Giurate, ed è stato attuato potenziando, anche in vista delle partenze di Ferragosto, i controlli ai varchi di accesso alle stazioni.   

Per quanto riguarda la realtà modenese, tali attività hanno consentito di eseguire un ordine di carcerazione a carico di un cittadino marocchino, irregolare sul territorio nazionale e senza fissa dimora, gravitante nell’area della Stazione Ferroviaria, già denunciato il giorno 8 agosto per il reato di danneggiamento di una autovettura nella vicina via dell’Abate. Tradotto presso la locale Casa Circondariale dovrà espiare la pena di sei mesi. È stata inoltre controllata la stazione di Carpi, nonché la linea di alta velocità che corre su quel territorio, con controlli finalizzati a prevenire azioni di sabotaggio e minacce alla sicurezza pubblica. Nel corso della giornata, nelle stazioni presenziate ed a bordo dei treni controllati, sono state identificate dal personale in servizio 146 persone.   

Articolo precedenteA Ferragosto Italia “spaccata” a tavola tra tradizione e innovazione
Articolo successivoFerragosto, iniziati i controlli della Polizia di Stato sul territorio provinciale