Continuano i controlli da parte della Polizia di Stato in città, finalizzati alla prevenzione e al contrasto dei reati predatori in strada, dello spaccio di sostanze stupefacenti e dell’immigrazione clandestina, sia mediante l’ordinario impiego della Squadra Volanti, sia nell’ambito dell’Operazione Alto Impatto, sotto la direzione di un Commissario della Questura, che ha visto ieri sera l’impiego del Reparto Prevenzione Crimine, con l’ausilio della Guardia di Finanza e della Polizia Locale.

In concomitanza sono stati effettuati i controlli nel Parco NoviSad e zone limitrofe da parte di un servizio congiunto di Polizia di Stato ed Esercito.

Nella tarda serata di venerdì, il dispositivo ha pattugliato in particolare la zona adiacente la Stazione Ferroviaria, i Giardini Ducali, viale Crispi, via Mazzoni e Parco Pertini.

Nelle adiacenze di Parco Pertini, nel monitoraggio di aree già all’attenzione per lo spaccio di stupefacenti, sono stati identificati due cittadini tunisini, entrambi irregolari sul territorio nazionale. Uno di questi veniva, altresì, trovato in possesso di 1.10 gr di hashish, motivo per il quale veniva sanzionato amministrativamente per detenzione finalizzata all’uso personale. Le loro posizioni sono ora al vaglio dell’Ufficio immigrazione.

Nella medesima serata, la Squadra Volante denunciava all’A.G. un 28enne nigeriano, il quale si era reso responsabile di un’aggressione occorsa nel mese di giugno ai danni di un cittadino ghanese. In particolare, su segnalazione, gli operanti si portavano in viale delle Rimembranze, ove era stata riferita la presenza del ragazzo nigeriano. Questi, alla vista delle Volanti, si dava alla precipitosa fuga ma veniva ritracciato poco dopo e condotto in Questura per accertamenti, all’esito dei quali veniva denunciato per lesioni aggravate.

Sono state controllate complessivamente 320 persone di cui 88 straniere. I controlli proseguiranno per tutto il corso del weekend.

Articolo precedenteInaugurata oggi a Pievepelago la nuova sede del Liceo scientifico per gli sport invernali
Articolo successivoItalbasket ottava ai Mondiali, Datome saluta “senza rimpianti”