I progetti per la valorizzazione del territorio, gli investimenti e le visite alle imprese dell’area per conoscere le loro necessità e le problematiche che si trovano ad affrontare nel contesto odierno.

Sono stati questi i principali temi affrontati durante il consiglio di sede di Castelfranco Emilia, a cui hanno partecipato Gilberto Luppi, presidente Lapam Confartigianato, Carlo Alberto Rossi, segretario generale Lapam Confartigianato e Giovanni Gargano, sindaco di Castelfranco Emilia. Presente all’incontro anche Giovanni Degli Angeli, presidente  dell’associazione San Nicola organizzatrice della Sagra del Tortellino, manifestazione molto partecipata da tutta la cittadinanza e che ha rappresentato la cornice del consiglio di sede organizzato da Lapam Confartigianato. Durante il consiglio sono emersi i temi principali sentiti dalle imprese e dall’amministrazione comunale castelfranchese.

«Il dialogo tra Lapam Confartigianato e amministrazione comunale è fondamentale – spiega Mattia Monduzzi Donazzi, responsabile sede Lapam Confartigianato di Castelfranco Emilia –. Nei mesi scorsi ho accompagnato personalmente il Sindaco Gargano all’interno delle nostre aziende associate, per favorire il dialogo tra chi prende le decisioni per il territorio e chi, sul territorio, ci vive e ci lavora, producendo ricchezza e valorizzando l’area. Come Lapam crediamo sia fondamentale che il Comune sia un punto di ascolto per le attività del territorio. Noi come associazione, dal canto nostro, operiamo per attrarre sempre di più nuovi visitatori: è la finalità, per esempio, per cui organizziamo l’evento “Tortellini all’inchiostro” con Filippo Venturi in programma mercoledì 13 settembre o, guardando più avanti, l’iniziativa sull’idrogeno prevista per inizio ottobre. L’obiettivo è dare importanza all’area e avere una visione chiara della direzione da prendere nel futuro».

«C’è un dialogo costante e quotidiano con Lapam Confartigianato – puntualizza il Sindaco di Castelfranco Emilia Giovanni Gargano – e, dal canto nostro, auspichiamo che questo rapporto sia duraturo nel tempo e si rafforzi sempre di più. Come spiegava precedentemente Mattia, ho avuto piacere di parlare con le imprese del territorio, per capire di che cosa hanno bisogno e che cosa noi, come amministrazione, possiamo fare per venire incontro alle loro esigenze. Il Comune si è sempre adoperato per tutelare le aziende che operano sul territorio e continuerà a farlo, sostenendole e contribuendo alla loro espansione. Perché se le attività riescono a crescere, cresce anche il territorio e ne beneficia tutto il Comune di Castelfranco Emilia».

«Castelfranco Emilia è un territorio che ha tante eccellenze oltre al tortellino – conclude Gilberto Luppi, presidente Lapam Confartigianato – e su queste eccellenze noi dobbiamo lavorare e agire. Come associazione siamo presenti e conosciamo le urgenze che le imprese stanno affrontando in questo periodo. La sinergia con gli enti locali è fondamentale per superare le difficoltà e ripartire con più slancio».

Articolo precedenteRipartono le iniziative del Centro per le famiglie dell’Unione Tresinaro Secchia
Articolo successivoSciopero nazionale dei lavoratori autoferrotranvieri lunedì 18 settembre