Ieri sera nell’ambito della Sagra del Tortellino tradizionale del Castelfranco Emilia si è tenuta la Cena dei Sindaci, un’occasione speciale, alla seconda edizione, nella quale il Sindaco Giovanni Gargano coinvolge tutti i Sindaci della provincia di Modena. Quest’anno insieme a una trentina di Sindaci, hanno preso parte all’appuntamento anche il Prefetto di Modena Alessandra Camporota, il Sindaco di Cesena Enzo Lattuca e il Sindaco di Amatrice Giorgio Cortellesi.

Due partecipazioni da fuori provincia certamente non casuali. Il Sindaco di Cesena, accompagnato dalla Dirigente scolastica dell’Istituto Garibaldi – Da Vinci Luciana Cino, ha ricevuto infatti dall’Associazione San Nicola un assegno di 7mila euro come contributo per i danni che la scuola ha riportato a seguito della terribile alluvione del maggio scorso.

“La somma raccolta e donata dalla San Nicola, che ringrazio, deriva da una vendita speciale di tortellini che è stata realizzata nei giorni seguenti il terribile avvenimento che ha stravolto tutta la Romagna, in parallelo a diverse altre attività che abbiamo messo in campo per dare un sostegno alle popolazioni alluvionate” – ha commentato il Sindaco Giovanni Gargano.

Il Sindaco di Amatrice è stato invece coinvolto per dare continuità a un percorso avviato ormai da qualche anno e che culminerà presto nella sottoscrizione di un Patto di Amicizia tra i due Comuni.

“La nostra storia e quella di Amatrice si è intrecciata più volte, a partire dal 2016, quando, in seguito al terremoto che ha colpito il loro territorio, abbiamo organizzato un pranzo di beneficienza a Bosco Albergati per sostenere la costruzione della Casa delle Donne di Amatrice – ha aggiunto l’Assessora a Gemellaggi e Pari Opportunità Rita Barbieri –. Nel 2021, grazie al contributo di diverse Associazioni castelfranchesi abbiamo potuto inaugurare insieme la nuova Casa delle donne, un centro culturale per incentivare il lavoro e la socializzazione femminile. Credo che essere riusciti a costruire una  relazione così forte tra donne che si sono date come obiettivo quello di risollevare un territorio messo in ginocchio dal terremoto sia stato uno splendido risultato”.

“Un ulteriore tema che varrebbe la pena di valorizzare con un gemellaggio è quello delle nostre rispettive Sagre che valorizzano due prodotti simbolo dei nostri territori e dell’italianità più in generale: il tortellino e l’Amatriciana” – ha concluso Il Sindaco Gargano.

 

Articolo precedenteChiusure programmate sulla A1 e sulla A13
Articolo successivo“Voci nei Chiostri” a Finale Emilia