Con l’avvio del nuovo anno scolastico, il sistema educativo di Reggio Emilia – Istituzione Nidi e Scuole d’Infanzia del Comune di Reggio Emilia, Reggio Children e Fondazione Reggio Children – dà il via ad alcune iniziative di solidarietà e alla campagna di raccolta fondi a favore delle bambine e dei bambini dei Nidi e delle Scuole dei Comuni di Cesena, Cattolica e Modigliana.

Terminata la fase di prima emergenza, gli effetti dell’alluvione sono ancora purtroppo ben presenti ed è necessario garantire alle bambine e ai bambini di queste zone il diritto di continuare a vivere esperienze di gioco, scoperta e apprendimento in ambienti accoglienti e di qualità.

Da oggi, 15 settembre, inizia quindi la campagna di solidarietà per la raccolta fondi, che coinvolgerà tutte le scuole 0-6 del Comune di Reggio Emilia e ne vedrà attive le comunità educanti, oltre ad essere rivolta alla stessa città.

 

HANNO DETTO – “E’ una raccolta fondi particolarmente importante che nasce dalle scuole – commenta l’assessora all’Educazione del Comune di Reggio Emilia, Raffaella Curioni – e che siamo certi saprà dare una bella risposta di solidarietà e vicinanza ai bambini di quei territori colpiti da una calamità devastante. Territori, purtroppo, lasciati ancora soli dal Governo che tergiversa e non dà risposte concrete che invece sarebbero necessarie. Reggio Emilia, come sempre, scende in campo per aiutare quelle comunità a ripartire”.

“I tempi della ricostruzione dopo una grave calamità non sono mai brevi, e stavolta non lo sono solo per  problemi oggettivi ma anche per la lentezza delle decisioni del Governo – dice la presidente dell’Istituzione Nidi e Scuole d’Infanzia, Gigliola Venturini – Dopo i generosi, immediati slanci della solidarietà manifestata da tanti alla Romagna devastata, ora è il momento di agire garantendo a chi è stato colpito che non sarà lasciato solo. E’ quello che faremo, stando accanto alle scuole d’infanzia e nidi di Modigliana, Cesena e Cattolica, in modo concreto, con una raccolta di fondi per il Nido comunale ‘Ippodromo’ di Cesena e con interventi di co-progettazione educativa/pedagogica e di atelier, insieme a educatori e insegnanti di Modigliana e Cattolica, per offrire ai loro bambini chiavi di interpretazione dello sconvolgimento naturale di cui sono stati testimoni. Due azioni diverse concordate con amministratori e insegnanti la cui sostanza conferma l’impegno della comunità dei servizi educativi di Reggio Emilia a favore di ogni bambina e bambino e per sostenere le nostre scuole sorelle”.

 

COLLABORAZIONE PEDAGOGICA PER SUPERARE I TRAUMI – La raccolta fondi, in particolare, sarà nello specifico a favore del Comune di Cesena per il ripristino di aree cortilive di gioco e infrastrutture esterne danneggiate da acqua e fango.

Accanto alla raccolta fondi, il sistema educativo reggiano ha avviato, assieme ai Comuni di Cattolica e Modigliana, un percorso di co-progettazione pedagogica di laboratori e atelier che favoriranno l’elaborazione da parte dei bambini dei traumi che hanno vissuto, a partire dalle domande difficili che le bambine e i bambini si pongono in occasione di eventi gravissimi, come quelli che hanno interessato la Romagna.

 

COME DONARE – Le donazioni, detraibili, si raccolgono online con Carta di credito o Paypal attraverso la piattaforma Donorbox https://donorbox.org/reggio-emilia-per-le-scuole-della-romagna

e / o tramite bonifico bancario intestato a Fondazione Reggio Children ETS (IBAN: IT92A0306909606100000179978 – BIC: BCITITMM – Causale: Solidarietà Scuole Romagna).

Info: participate@frchildren.org

Articolo precedenteMobilitazione personale dell’inclusione scolastica a Modena
Articolo successivoVenerdì rosso a Singapore, Ferrari in testa nelle libere