Per l’anno scolastico 2023/2024 gli studenti iscritti alle scuole superiori di Modena sono 35.886 studenti con un incremento complessivo di 774 alunni distribuiti in 1.549 classi.

In occasione dell’avvio del nuovo anno scolastico, il presidente della Provincia Fabio Braglia e le autorità cittadine hanno salutato gli studenti all’istituto Corni sede largo Aldo Moro.

Nell’occasione è stato effettuato un sopralluogo nell’istituto, dove sono in corso i lavori per il miglioramento sismico della palazzina A e B, per un importo complessivo di 2,8 milioni di euro.

I lavori, che sono partiti la scorsa primavera, prevedono interventi puntuali e localizzati sugli elementi strutturali, come ad esempio il confinamento e rinforzo di alcuni pilastri attraverso tessuti in fibra di acciaio, il consolidamento di tutti i nodi non confinati mediante l’installazione di piastre metalliche ancorate con barre filettate, l’installazione di una nuova trave in acciaio nel giunto sismico e l’installazione di un sistema di anti ribaltamento delle strutture dell’edificio.

Per consentire lo svolgimento dell’attività didattica sono state realizzate alcune classi all’interno dell’atrio dell’istituto, mentre altre saranno spostate nella sede di via Galilei (polo Leonardo).

Inoltre è partito il cantiere di ristrutturazione del cosiddetto “ottagono”, per un importo di 700mila euro e al momento è stata effettuata la demolizione del vecchio edificio, lo scavo di fondazione e il getto del magrone, oltre alla modifica della recinzione su via Barozzi. La fine dei lavori è prevista entro l’estate 2024.

Infine, nel mese di ottobre, partiranno i lavori di consolidamento delle facciate esterne delle palazzine del polo di Aldo Moro, per un importo complessivo di 495mila euro.

L’edificio scolastico denominato “palazzina A” del Corni fu terminato nell’anno 1969 costruito dietro la ex fabbrica delle officine, costruito per sostituire la vecchia scuola Regia, nata del 1921 per volontà dell’industriale Fermo Corni e successivamente distrutta dai bombardamenti del 1944 ed è una struttura composta da quattro livelli fuori terra, destinata ad ospitare spazi per l’attività didattica.

Per l’anno scolastico 2023/2024 all’Ipsia Corni ci sono 752 alunni iscritti, mentre all’IIS Corni gli studenti sono 2.076 dislocati nella sede di largo Aldo Moro e in quella di via Galilei al polo Leonardo.

 

Articolo precedenteA luglio il debito pubblico sale a 2.858 mld
Articolo successivoMassa Finalese, con l’inizio delle lezioni riapre la scuola primaria