Cresce l’attenzione per il Covid e aumentano gli atti vandalici, “con danneggiamenti di beni pubblici e scritte deliranti, da parte di chi si firma con sigle no vax: ci auguriamo che i responsabili siano presto individuati e rispondano delle loro azioni”.

Il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli condanna in modo deciso i danneggiamenti delle strumentazioni per la sicurezza stradale in viale Italia e gli altri atti di vandalismo che riguardano aree pubbliche, come il parco della Fanfara olandese in via D’Avia nord, che “denotano un profondo disprezzo per il patrimonio della collettività e per la comunità: si devono vergognare”. E il sindaco ricorda che l’Amministrazione comunale già in passato si è costituita parte civile contro i deturpatori di beni pubblici: “Il dissenso si può esprimere in modi civili: vandalismi e scritte deliranti non possono essere sottovalutati”.
Nel frattempo, è stata completata la pulizia di autovelox e velocar di viale Italia e le strumentazioni per la sicurezza stradale sono attive e in piena efficienza. Su questi atti di vandalismo sta indagando la Digos della Questura di Modena.

Articolo precedenteDomani a Modena incontro su inclusione delle persone con Bisogni Educativi Speciali
Articolo successivoRiorganizzazione dell’emergenza-urgenza: i tecnici della Regione hanno incontrato il personale delle Aziende sanitarie modenesi