Torna nella sua tradizionale collocazione autunnale l’appuntamento con la Spergolonga, camminata tra vigneti, circoli e cantine del territorio di Scandiano, dedicata al grande protagonista di questa stagione, il vino di Scandiano.

L’8 ottobre quindi, dalle 8.30 in poi, grazie all’iniziativa del comune di Scandiano, camminatori e buongustai si ritroveranno sui percorsi scandianesi, battuti da diversi gruppi in fasce orarie differenti con un programma capace di accontentare tutte le esigenze. Quest’anno partenza e arrivo saranno concentrati nel Parco della Resistenza.

“Siamo alla quarta edizione della Spergolonga – ha sottolineato il sindaco di Scandiano Matteo Nasciuti – ed ogni anno siamo sempre di più a dare vita ad una giornata davvero imperdibile, fatta di socialità e di promozione del territorio, di attività all’aria aperta e di deliziose soste enogastronomiche. Tengo in questo senso a ringraziare la Compagnia della Spergola, con tutte le sue aziende associate, e le tantissime associazioni che collaborano con noi alla riuscita della manifestazione”.

“Si tratta di un’occasione per abbinare la promozione del paesaggio con quella legata ai prodotti tipici del territorio, un invito a scoprire i nostri angoli più suggestivi e i nostri prodotti più amati” ha aggiunto l’assessore alla città attiva Matteo Caffettani.

 

I biglietti per partecipare alla Spergolonga 2023, con il dettaglio dei percorsi proposti, saranno disponibili da venerdì 22 settembre sul circuito Vivaticket.

In caso di maltempo l’evento sarà rimandato a domenica 15 ottobre

Saranno quindi la sostenibilità, la vita all’aria aperta, il buon vino, il buon cibo, la musica e il divertimento gli ingredienti di una giornata che porterà i partecipanti alla scoperta di panorami, strade, sapori e profumi attraverso una camminata che nella sua versione completa conta circa 18 km. Esistono però varie possibilità per affrontare le diverse tappe, poiché è stato previsto un giro ridotto, comodo e pianeggiante, anche per chi desidera partecipare con bambini.

Come sempre alla partenza verrà consegnato un kit a tutti i partecipanti comprendente un calice ed un porta calice personali, i tagliandi per le degustazioni ed i tagliandi per gli assaggi gastronomici per adulti e ragazzi. Vediamo i percorsi proposti.

 

PERCORSO LUNGO ad anello

Itinerario sulle colline scandianesi in mezzo a vigneti, il sentiero è prevalentemente su sterrato e strade bianche, pochissimo asfalto.

Si passerà vicino al Castello di Torricella sulle colline di Ventoso e alla Grande Quercia ultracentenaria.

 

Info tecniche

– Lunghezza: km 18 – 4 ore ½ di cammino

– Partenza da: parco della Resistenza

– Arrivo a: parco della Resistenza

– Tappe: 7 tappe

– Orari: partenze scaglionate ogni ora a partire dalle ore 8.30-9.30-10.30 (gruppi di max 120 persone)

– durata soste per degustazioni: circa 35 ‘ per ogni tappa

 

Costi

percorso lungo € 35 adulti

ragazzi € 15 da 6 a 17 anni

0 – 5 anni gratuiti

 

Pacchetti per famiglie

Pacchetto Family 1: 2 adulti paganti + 1 ragazza/o € 80

Pacchetto Family 2 : 2 adulti paganti + 2 ragazze/i € 85.

 

 

PERCORSO “FAMIGLIE” BREVE ad anello

Itinerario pianeggiante tra Scandiano, Arceto e Fellegara con sosta nelle cantine del territorio e ritorno al Parco della Resistenza

 

Info tecniche

– Lunghezza: km 10

– Partenza da: parco della Resistenza con vari turni

– Arrivo a: parco della Resistenza

– Tappe: 3 tappe

– Orari: partenza primo gruppo alle ore 10 (massimo gruppi di 120 persone), si valuterà un secondo gruppo alle ore 11 esaurito la capienza del primo gruppo.

– Durata soste per degustazioni: circa 35 ‘ per ogni tappa

 

Costi

Percorso lungo € 20 adulti

Ragazzi € 10 da 6 a 17 anni

0 – 5 anni gratuiti

 

Pacchetti per famiglie

Pacchetto Family 1: 2 adulti paganti + 1 bambina/o € 45

Pacchetto Family 2: 2 adulti paganti + 2 ragazzi/e € 50

 

 

Per info

www.comune.scandiano.re.it

Fb/Instagram Spergolonga e Comune di Scandiano

mail: prenotazioneventi@comune.scandiano.re.it

 

 

Articolo precedenteEpilessia, in cinque anni consistente aumento in Emilia-Romagna del numero di persone operate nell’Hub regionale
Articolo successivoA Casa Corsini arriva “Note a Margine”