Sono iniziati questa mattina, e termineranno entro la fine del 2024, i lavori di manutenzione straordinaria delle Stele collocate nel cortile del Museo Monumento al Deportato.

I lavori, tecnicamente definiti come “interventi di restauro del moderno”, riguarderanno 15 delle 16 stele e sono stati affidati alla “Leonardo Srl” di Casalecchio di Reno, ditta specializzata in questo tipo di restauri.

L’intervento si è reso necessario a causa del degrado delle strutture che compongono il monumento interessate da parziali distacchi di cemento armato e ossidazione delle parti in ferro.

Nel dettaglio si procederà alla pulitura delle superfici, alla rimozione di macchie e depositi superficiali, all’asportazione delle porzioni di calcestruzzo distaccate e instabili, alla protezione dei ferri di armatura con trattamento anticorrosione, alla stuccatura con malta cementizia compatibile, al trattamento protettivo e consolidante delle superfici, alla riparazione, fissaggio e pulitura delle copertine sommitali.

Dopo aver sistemato i primi tre manufatti, il cantiere verrà sospeso per consentire le iniziative in programma per il 50esimo anniversario del Museo Monumento al Deportato. I lavori riprenderanno nel marzo 2024 con l’obiettivo di portare a termine l’intervento entro la fine dell’anno.

L’intervento di manutenzione straordinaria al Cortile delle Stele, concordato con la Sovrintendenza e la Fondazione Fossoli, rientra nel più ampio programma di manutenzione straordinaria dei luoghi della memoria.

Articolo precedenteTumori Testa Collo, effettuate 230 visite gratuite in Piazza
Articolo successivoI pazienti di Montecatone in visita al Museo Ferrari di Maranello