I Carabinieri della Stazione Bologna Navile, durante i controlli finalizzati alla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori sui luoghi di lavoro, con particolare riferimento alle ditte specializzate negli allestimenti nel polo fieristico di Bologna, hanno denunciato due persone. È successo di recente, quando i Carabinieri si sono presentati all’interno dei padiglioni di Bologna, unitamente al personale civile dell’Ispettorato del Lavoro e dell’Azienda Unità Sanitaria Locale per verificare il rispetto della normativa vigente da parte degli allestitori, impegnati nel montaggio degli stand in occasione di una mostra.

Durante le operazioni di controllo che hanno coinvolto un centinaio di lavoratori, di cui la maggior parte in regola, i Carabinieri hanno rilevato che un allestitore marocchino stava impiegando due connazionali clandestini sulla ventina, arrivati in Italia via mare e giunti a Bologna, dove erano stati impiegati in nero e senza alcuna specializzazione all’interno del polo fieristico, col rischio di farsi seriamente male durante le operazioni di montaggio degli stand. I due lavoratori sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Bologna per l’ingresso irregolare sul territorio italiano.

Le procedure di espulsione nei confronti dei due lavoratori sono state sospese a seguito della richiesta di asilo avanzata dagli stessi. Nei confronti dell’allestitore è scattata anche una sanzione di 11.500 euro. I controlli sono terminati con l’applicazione di altre sanzioni amministrative nei confronti di cinque ditte per un totale di 10.000 euro. Durante le operazioni di controllo, i Carabinieri e il personale civile dell’Ispettorato del Lavoro e dell’Azienda Unità Sanitaria Locale, sono stati assistiti dai responsabili della sicurezza dei padiglioni fieristici.

Articolo precedenteMarevivo, con “Replant” ripopolati 100 mq di cymodocea nodosa a Trieste
Articolo successivoDomenica 8 ottobre a Sassuolo cena di beneficenza a favore della Fondazione Ondina Riggi