Cambia volto la viabilità nella zona ovest del capoluogo, attraverso interventi di messa in sicurezza delle strade comunali e una riorganizzazione della circolazione. Fra gli interventi previsti, la realizzazione di un sistema di sensi unici e la realizzazione di alcuni tratti di percorsi ciclopedonali. Obiettivo migliorare la sicurezza e incentivare la mobilità sostenibile negli spostamenti interni all’abitato. Gli interventi sono stati preventivamente discussi con i cittadini.

Nei prossimi giorni inizieranno gli interventi di sistemazione della viabilità del comparto ovest, nel quale da tempo insistono alcune situazioni di scarsa sicurezza e problemi alla circolazione. L’Amministrazione Comunale ha deciso di intervenire attraverso la realizzazione di tre nuovi sensi unici su Via Gabriella Degli Esposti, Via Gramsci e Via Maccaferri. Su tutte e tre le strade, a fianco del senso unico per le auto, saranno sistemati gli stalli di parcheggio e realizzati percorsi in sicurezza per pedoni. Previsto anche un nuovo percorso ciclopedonale lungo l’asse di Via Dante Alighieri, che fungerà da raccordo sicuro per raggiungere il centro storico.

“Si tratta di interventi attesi da tempo – spiega il Sindaco Francesco Zuffi – soprattutto quello su via Degli Esposti. Piuttosto che limitarci ad un intervento singolo, abbiamo voluto fare un piano più organico su tutto il comparto ovest che prevedesse anche la realizzazione di percorsi sicuri per pedoni e ciclisti. Il nostro obiettivo è, infatti, quello di garantire una circolazione fluida incentivando l’uso della mobilità dolce per gli spostamenti interni all’abitato”.

Oltre al pacchetto di interventi sulla viabilità della zona ovest, il piano prevede anche lavori puntuali per la sistemazione di situazioni ritenute poco sicure. Fra queste la messa in sicurezza dell’incrocio del centro storico fra Via Marconi e Corso Libertà, con la realizzazione di un dosso dissuasore di velocità che migliori la sicurezza dell’attraversamento per chi esce dal centro storico.

Valorizzazione anche per Via Pioppe, strada storica che si affaccia verso il fiume e che fra qualche giorno diventerà una strada F-bis, dedicata solo alla mobilità ciclopedonale con accesso veicolare esclusivo per residenti e attività agricole. Si tratta di un tratto molto frequentato da pedoni e ciclisti che si vogliono godere l’ambiente rurale ai margini dell’abitato. Con questi interventi, l’Amministrazione intende valorizzare ancora di più questa opportunità, dando centralità agli spostamenti ciclopedonali a discapito del traffico veicolare di passaggio.

“Cerchiamo di ascoltare i cittadini in questi casi, – prosegue il Sindaco Zuffi -, prima di procedere con queste modifiche, infatti, abbiamo presentato e discusso gli interventi con i cittadini interessati, invitati in appositi incontri. Abbiamo quindi avuto modo di raccontare le ragioni del piano e la nostra visione per la mobilità del capoluogo, oltre che accogliere osservazioni per affinare alcune scelte. Sono soddisfatto perché andremo a risolvere alcune problematiche note, come la pericolosità dell’incrocio del centro storico ma, soprattutto, perché potremo dare un’impronta più moderna alla circolazione, mettendo al centro la mobilità dolce, limitando la velocità e valorizzando il territorio, come nel caso di via Pioppe”.

Articolo precedenteConcordia e Modena: si finge interessato all’acquisto di cellulari per derubare i venditori
Articolo successivoFormigine, il tema della migrazione al centro di una conferenza e di una mostra