È stato pubblicato l’avviso pubblico per la presentazione di manifestazioni di interesse per un partenariato pubblico privato per la gestione unificata dei servizi di manutenzione del patrimonio edilizio ed impiantistico comunale.

Con la pubblicazione dell’avviso non è indetta alcuna procedura di affidamento ma si sollecita la presentazione di proposte da parte degli operatori economici. Si tratta di un’innovazione senza precedenti: il Comune si doterà di un vero e proprio partner industriale che aiuterà a perseguire gli obiettivi della Missione Clima attraverso un nuovo modello di partenariato pubblico-privato dove vengono accorpati in un unico sistema di gestione tutti i servizi di manutenzione attivi su edifici e impianti comunali, che attualmente sono appaltati a diversi soggetti.

“Si tratta di una novità assoluta – spiega l’assessore alla Manutenzione Simone Borsari – a suo modo storica: un nuovo modello di partenariato pubblico-privato che oltre a importanti economie di scala e ottimizzazione dei consumi, consentirà di produrre direttamente energia pulita e una drastica riduzione delle emissioni di CO2 per affrontare gli obiettivi della Missione Clima, il processo che ci porterà, nell’ambito delle cento città selezionate dalla Commissione europea, a raggiungere la neutralità climatica nel 2030”.

Le proposte dovranno essere formulate considerando le seguenti attività:

  • la gestione degli immobili e il loro efficientamento dal punto di vista energetico. Si tratta di circa 320 edifici suddivisi tra scuole, biblioteche, musei, sedi di quartiere, sedi della Polizia locale, uffici, bagni pubblici;
  • il servizio energetico integrato;
  • la gestione e manutenzione di tutti gli impianti tecnologici e speciali;
  • la gestione e manutenzione di diversi impianti a rete (pubblica illuminazione e semafori, videosorveglianza, illuminazione dei campi sportivi a libera fruizione, impianti elettrici a servizio di mercati) e altri oggetti (fontane e fontanelle, cippi e lapidi);
  • servizi accessori: vigilanza degli immobili, gestione delle centrale allarmi e pronto intervento, il presidio e l’igienizzazione dei bagni pubblici.

La concessione avrà una durata di 15 anni dalla data di sottoscrizione del contratto.

Oltre a generare importanti economie di scala, la gestione unitaria è funzionale alla produzione diretta di “energia pulita”, all’intervento sugli stabili con soluzioni di efficientamento energetico, alla significativa riduzione delle emissioni di CO2, ottimizzando i consumi e la gestione delle risorse, grazie anche alla capacità di raccogliere dati dai sensori che alimenteranno il Gemello Digitale della città, l’altro strumento chiave della Missione Clima.

Nell’attuale modello manutentivo del Comune ci sono diverse forniture attive e ci sono ambiti con oggettivi profili di sovrapposizione che, se gestiti in un’unica strategia gestionale, hanno un enorme potenziale in termini di organizzazione e investimenti per accelerare la transizione ecologica. Sarà più semplice installare impianti fotovoltaici sui coperti degli edifici che presentano caratteristiche idonee, potenziare la possibilità di autoconsumo dell’energia rinnovabile prodotta, gestire e utilizzare l’energia elettrica prodotta in eccesso per alimentare altri edifici o impianti ricompresi e riconducibili ad una gestione unitaria (es. illuminazione pubblica o edifici potenzialmente non idonei all’installazione di sistemi fotovoltaici).

In più, con questo sistema sarà possibile investire maggiormente sulla decarbonizzazione con sistemi di generazione dei vettori caldi alimentati da energia rinnovabile prodotta dai sistemi fotovoltaici o con acquisto di energia elettrica verde proveniente da fonti rinnovabili.

Le proposte dovranno pervenire tramite il Sistema Acquisti Telematici Emilia-Romagna Sater entro e non oltre il giorno 04 marzo 2024 alle 13.

Venerdì 24 novembre alle 10, nella sede del Comune in Piazza Liber Paradisus 10 (Torre A, sala riunioni quarto piano, stanza 419) si terrà una giornata informativa in presenza. Per partecipare è necessario scrivere all’indirizzo email gareallacitta@comune.bologna.it specificando nell’oggetto “Giornata informativa”.

Articolo precedentePartito il progetto “Pet therapy” nel Distretto di Mirandola
Articolo successivoCastel San Pietro Terme, non accetta il lavoro della moglie e comincia a maltrattarla