Oggi, il liceo scientifico Tassoni di Modena ha celebrato i cento anni dalla sua fondazione con una giornata di iniziative e incontri pubblici.

A partire dalla mattina e fino al pomeriggio, dopo il saluto delle autorità, attraverso un percorso ideato e guidato da studenti e studentesse sono presentate tante esperienze significative. Nella parte del percorso dedicata agli aspetti storici sono stati gli studenti protagonisti, in qualità di guide, ad  illustrare vari momenti di vita del liceo, ripercorrendone la storia e illustrando così l’attività svolta con l’Istituto Storico e riprodotta su alcune pannellature. I periodi storici sono stati quelli riguardanti la nascita del liceo (anni 20), il periodo della Seconda guerra mondiale (anni ’40) e gli anni del ’68. Inoltre è stata riproposta la mostra “I banchi vuoti: il caso del liceo Tassoni” che narra l’esperienza degli studenti ebrei esclusi dal liceo a seguito della emanazione delle leggi razziali.

Attraverso il percorso è stato curato l’aspetto scientifico con la visita alle originarie aule ad anfiteatro di fisica e scienze e l’illustrazione di alcuni modelli di strumenti scientifici nonché la mostra di materiali prodotti dagli alunni e alunne nel corso degli anni nell’ambito delle scienze naturali. E ancora, con riferimento alla pallavolo modenese nata nella palestra dell’istituto, la presentazione delle “glorie” sportive del passato e del presente; infine è stato possibile assistere alla performance curata dal laboratorio di teatro del liceo Tassoni.

Per la dirigente scolastica Stefania Ricciardi «l’occasione di questo significativo compleanno, ci consente di riaffermare il ruolo centrale della scuola pubblica nella società odierna e il ruolo culturale del liceo Tassoni nell’ambito cittadino, esempio di partecipazione e di educazione alla cittadinanza attiva. La giornata sarà anche l’opportunità di presentare a quanti interverranno quanto si sta realizzando con i fondi Pnrr».

In mattinata è stato possibile anche ricevere il francobollo del liceo Tassoni con il relativo annullo postale per il centenario.

La giornata di celebrazioni segue una serie di eventi partiti lo scorso ottobre 2022, con un convegno a cura dell’Associazione macchine matematiche Ets, oltre ad una mostra e ad altre proposte come “il Tassoni in Europa”, una serie di iniziative per condividere i progetti Erasmus che hanno coinvolto l’istituto e il restyling del logo realizzato dagli studenti.

Il liceo scientifico “Alessandro Tassoni” fu istituito a Modena nel 1923 a seguito della riforma Gentile ed ebbe come sua prima sede provvisoria un vecchio edificio del centro storico situato in via Grasolfi, nelle vicinanze della chiesa di San Bartolomeo, mentre l’inaugurazione dell’edificio attuale di viale Reiter avvenne l’8 novembre 1941 alla presenza del ministro dell’Educazione Nazionale Giuseppe Bottai.

Articolo precedenteF1 – Gp Las Vegas: pole di Leclerc
Articolo successivoSoliera: Condominio Solidale e Casa della Comunità, duplice avvio dei lavori