Copyright immagine: Regione Emilia Romagna A.I.U.S.G. – Autore: Alan Tamburini

La Provincia di Reggio Emilia ha indetto una selezione pubblica per esami per la copertura di un istruttore amministrativo, con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato, da assegnare agli uffici amministrativi dell’ente, riservata alle categorie tutelate dalla Legge 68/1999 sul diritto al lavoro dei disabili. Sono esclusi, in quanto non compatibili con le mansioni amministrative tipiche del profilo richiesto, non vedenti e sordomuti. Il titolo di studio richiesto è il diploma di maturità.

La domanda di partecipazione deve essere presentata entro le 12 di sabato 9 dicembre esclusivamente tramite il portale del lavoro pubblico InPA, previa registrazione, raggiungibile al link https://www.inpa.gov.it/ con autenticazione personale attraverso Spid (che può essere ottenuto anche attraverso la Provincia: informazioni disponibili sul sito), carta d’identità elettronica, carta nazionale dei servizi o credenziali eIDAS.

Il lavoratore dovrà svolgere attività di carattere istruttorio di media complessità predisponendo atti, documenti, certificati e provvedimenti attribuiti sulla base di direttive puntuali e modelli definiti ma con una significativa ampiezza di soluzioni possibili. A titolo esemplificativo, dovrà elaborare dati ed informazioni, anche di natura complessa, curare la conservazione e l’archiviazione della documentazione relativa alle attività gestite e potrà avere la responsabilità di fasi del procedimento amministrativo svolgendo, a tal fine, tutti i compiti previsti da disposizioni legislative e regolamentari. Il trattamento economico è quello previsto dal contratto nazionale comparto Funzioni locali  (21.392,87 annui lordi, oltre all’indennità di vacanza contrattuale, se prevista, alla 13° mensilità e ad ogni altro emolumento e indennità spettanti).

Previste una prova scritta il 15 dicembre, una prova orale il 22 dicembre e un’eventuale preselezione se i candidati ammessi dovessero essere più di 30. La graduatoria potrà essere utilizzata dalla Provincia per ulteriori assunzioni a tempo determinato e indeterminato per posizioni affini di cui intervenga successivamente la necessità.

 

 

Articolo precedenteDue iniziative contro la violenza sulle donne nei prossimi giorni a Castelnovo Monti
Articolo successivoRapporto DEKRA, 70% degli incidenti stradali mortali avviene in città