Questa mattina presso la Sala del Consiglio Comunale di Castel Bolognese Anas (società del Polo Infrastrutture del Gruppo FS Italiane) ha presentato il programma dei lavori di realizzazione della Variante alla SS 9 “via Emilia” di Castel Bolognese, nel territorio provinciale di Ravenna.

Sono intervenuti Luca Della Godenza, Sindaco del Comune di Castel Bolognese, Galeazzo Bignami, Viceministro delle Infrastrutture e Trasporti, Andrea Corsini, Assessore a Mobilità e trasporti Infrastrutture Turismo commercio della Regione Emilia-Romagna, Aldo Castellari, Responsabile Struttura Territoriale Anas Emilia-Romagna e Anna Maria Nosari, Responsabile Area Nuove Opere Anas Emilia-Romagna.

L’intervento con un importo complessivo di oltre 79 milioni di euro riguarda, in particolare, la costruzione di un nuovo tracciato della lunghezza di circa 4 km intercettando la SS 9 al km 72,000, percorrendo la direttrice S.P. 47 Borello-Castelnuovo fino all’intersezione con Via Calamello, per poi voltare a destra e percorrere l’area extraurbana a nord di Castel Bolognese in direzione sud-est, oltrepassare la linea ferroviaria Castel Bolognese – Ravenna, intercettare via Casanola, per poi immettersi nuovamente sulla via Emilia al km 69,200.

I lavori comprendono la realizzazione di due ponti, un viadotto, due sottopassi stradali e sottopassi poderali.

La nuova infrastruttura sarà a basso impatto ambientale grazie agli interventi di mitigazione a verde associati alle barriere antirumore, alla realizzazione dei passaggi per la fauna e gli impianti ad alta efficienza energetica, di tipo LED, di cui saranno dotati gli svincoli.

I lavori avranno una durata di 1.104 giorni, quindi l’ultimazione è prevista entro la fine del 2026.

Articolo precedenteSan Prospero, i Carabinieri TPC restituiscono alla Chiesa di Staggia acquasantiera del Seicento
Articolo successivoIl presidente della Provincia di Modena Braglia saluta la nuova Questora Dosi