Nella serata di ieri, un pronto intervento della Polizia di Stato ha salvato un giovane pizzaiolo che rischiava gravi conseguenze a causa di un incidente con una macchina impastatrice in una pizzeria in zona Barca.

Tutto è iniziato intorno alle 21:00, quando la Sala Operativa ha ricevuto una chiamata di emergenza segnalante un allarme per rapina attivato direttamente dal locale. Sul posto sono intervenuti prontamente gli Agenti dell’U.P.G.S.P. che, giunti alla pizzeria, scoprivano che il pizzaiolo aveva il braccio sinistro incastrato nell’impastatrice. La catena dell’apparecchio impediva infatti la circolazione del sangue nel braccio, causando forte dolore al giovane. Con tempestività e professionalità, gli Agenti hanno utilizzato un flessibile per tagliare la catena, liberando il braccio del giovane pizzaiolo e permettendo così il trasporto immediato all’Ospedale Maggiore da parte del personale 118 nel frattempo intervenuto.

Il personale medico ha elogiato il pronto operato degli Agenti, sottolineando come il loro intervento abbia evitato gravi conseguenze sulla mobilità del braccio del giovane.

Le persone presenti sul posto hanno raccontato che al momento dell’incidente si è scatenato il panico e che, non sapendo cosa fare, è stato chiamato il 118 e attivato l’allarme per rapina nella speranza di ottenere aiuto. I primi a giungere sul posto sono stati gli Operatori delle Volanti che hanno liberato il giovane.

L’intervento tempestivo dei Poliziotti delle Volanti – che in questo come in molti altri casi si è rivelato essenziale – testimonia l’importanza di una risposta rapida e professionale alle situazioni di emergenza in cui possono trovarsi i cittadini e l’importanza di contattare immediatamente le linee di emergenza in situazioni come quella descritta. Agli operatori intervenuti vanno i complimenti per la professionalità dimostrata e al giovane lavoratore i migliori auguri di una pronta guarigione.

Articolo precedenteStraniero pluripregiudicato accompagnato al CPR di Gradisca d’Isonzo dopo l’ennesimo tentativo di richiesta asilo
Articolo successivoModena, assegno di maternità: le domande si fanno solo online