Ridurre la sedentarietà, promuovere una sana alimentazione, favorire l’abolizione del fumo, tenere sotto controllo il peso corporeo: sono alcune delle buone pratiche che possono diminuire il rischio cardiovascolare di ciascuno, una tra le principali cause di morte nel nostro Paese.

I dati più recenti del sistema di sorveglianza PASSI evidenziano che nella nostra regione il 32% dei soggetti adulti è in sovrappeso e l’11% presenta obesità, circa 1/4 degli adulti (24%) è fumatore e solo la metà (52%) pratica attività fisica nel tempo libero.

Con questi obiettivi, i cardiologi della Cardiologia della Pianura dell’Azienda USL di Bologna – diretti da Gianfranco Tortorici – da qualche settimana si recano presso l’ambulatorio di Medicina del lavoro dell’azienda Coswell Spa per eseguire controlli cardiologici gratuiti, rivolti agli oltre 350 dipendenti dell’importante realtà industriale del bolognese.

L’attività – formalizzata attraverso una convenzione sottoscritta tra l’Azienda USL di Bologna e l’impresa – prevede che i controlli specialistici vengano svolti da cardiologi della Cardiologia della Pianura, extra orario di lavoro, a titolo gratuito. Il noto marchio del bolognese, particolarmente sensibile al welfare aziendale e alla responsabilità sociale d’impresa, si è infatti rivolto all’Azienda USL di Bologna chiedendo di poter promuovere lo screening cardiologico tra i propri dipendenti, nell’ambito di un più ampio Piano di Welfare aziendale rivolto ai propri collaboratori

L’adesione dell’Azienda USL di Bologna nasce dal costante impegno dell’Azienda sanitaria nel promuovere tra la popolazione attività di educazione per la prevenzione cardiovascolare, diffondendo buone pratiche e corretti stili di vita, non ultima la manifestazione “Tieni in forma il tuo cuore” in Piazza Maggiore che rientra le azioni messe in campo nell’ambito del Piano di Prevenzione regionale 2021-2025.

Nasce dunque una prima alleanza tra Azienda USL di Bologna e imprese del territorio al fine di prevenire e/o anticipare eventuali prese in carico, a fronte di possibili campanelli d’allarme che potranno emergere nel corso delle visite.

“Si tratta di un vero e proprio patto per la promozione della salute della comunità, nato dalla sensibilità dell’impresa Coswell per il benessere dei propri dipendenti – ha precisato Paolo Bordon, Direttore generale dell’Azienda USL di Bologna. Esso diventa però un’occasione in più per l’Azienda USL per consolidare la propria mission sul territorio, rinsaldando alleanze importanti, come quelle con i datori di lavoro”.

“Siamo felici di poter collaborare con l’Azienda sanitaria per garantire la salute e il benessere dei nostri collaboratori. Coswell effettuerà donazioni liberali in strumenti tecnologici e/o borse di studio affinché la prevenzione cardiologica si radichi sul nostro territorio e affinché, sempre più cittadini possano arrivare tempestivamente a correggere il proprio stile di vita, limitando i fattori di rischio cardiovascolari” ha spiegato Alessandro Ferrari, Direttore Risorse Umane del Gruppo Coswell.

“Portare la prevenzione cardiovascolare negli ambienti di lavoro crediamo possa essere un’azione molto efficace per sensibilizzare le persone a conoscere e modificare il proprio rischio cardiovascolare e a promuovere sani stili di vita “conclude Gianfraco Tortorici, Direttore dell’UOC Cardiologia della Pianura dell’Azienda USL di Bologna.

Un doppio investimento, dunque, quello dell’Azienda Coswell: nella salute dei propri dipendenti, così come nello sviluppo e potenziamento della Sanità pubblica territoriale.

Articolo precedenteAl Museo civico di Modena riaprono le sale Campori e Sernicoli
Articolo successivoDifferenziata, a Modena parte la raccolta porta a porta notturna