Primi esiti dal lavoro di analisi e ripristino dei sistemi che i tecnici informatici delle aziende sanitarie stanno portando avanti senza interruzioni di orario: sono stati eseguiti i primi step per riattivare i sistemi informatici interni con risultato positivo. I lavori si stanno concentrando sui sistemi che consentiranno la progressiva ripartenza dei singoli servizi. Si andrà dunque verso la riattivazione dei sistemi essenziali della rete provinciale, ma ci vorrà ancora del tempo: da un punto di vista prudenziale si mantengono infatti alcune sospensioni per garantire la massima sicurezza in ogni passaggio.

L’obiettivo è consentire in via prioritaria la ripartenza del Laboratorio, anche al fine della ripresa delle attività dei Centri prelievi, e la riattivazione di quei percorsi di Radiologia che risultano ancora sospesi. Per il momento rimangono valide le indicazioni già comunicate e costantemente aggiornate sui siti delle Aziende sanitarie.

Tutte le attività di analisi e ripristino vedono anche il contributo di esperti in attacchi hacker e cybersecurity con cui l’Azienda ha un contratto attivo nell’ambito del proprio piano di sicurezza informatica. Da subito inoltre è stata coinvolta l’Agenzia per la cybersicurezza nazionale (ACN) per il supporto in tutte le fasi di verifica e ripristino dei sistemi: alla data odierna non sono note perdite di dati personali né sottrazioni indebite degli stessi dovute all’attacco hacker. L’evento è stato notificato sia alla Polizia postale che all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Tutto il personale delle Aziende sanitarie modenesi è impegnato a limitare al minimo i disagi per l’utenza e ringrazia per l’attenzione dimostrata in questi primi giorni. Le Aziende a loro volta colgono l’occasione per ringraziare tutti gli operatori per l’impegno e la collaborazione.

Nella notte e nella giornata di oggi hanno lavorato tutti i servizi di emergenza (Pronto soccorsi e 118) ed è stata garantita l’attività chirurgica e di ricovero in tutte le sedi della provincia. Tutti i professionisti sono impegnati per garantire l’esecuzione del maggior numero di visite ed esami diagnostici, utilizzando sistemi provvisori e modalità alternative di refertazione, sempre nella garanzia della massima sicurezza. Per tutte le prestazioni eventualmente rinviate per difficoltà di erogazione gli utenti saranno informati successivamente sulle modalità per riprogrammare l’appuntamento.

 

Altre informazioni utili per i cittadini

Si rinnova l’indicazione ad utilizzare responsabilmente il Pronto soccorso e i servizi di emergenza. 

Si ricorda che il sistema di prenotazione di visite ed esami non è ancora accessibile, pertanto non è possibile né prenotare né disdire o modificare appuntamenti tramite nessun canale (farmacie e corner coop, call center, FSE – app ERsalute, sportelli AUSL).

Si invitano i cittadini a seguire sui portali delle tre Aziende sanitarie, www.ausl.mo.it, www.aou.mo.it e www.ospedalesassuolo.it, gli aggiornamenti costanti sui servizi e le attività sanitarie. 

 

Articolo precedenteAnas avvia una nuova fase dei lavori di asfaltatura della SS 253 bis-Trasversale di pianura a Funo
Articolo successivoDerby al Braglia si gioca Modena – Reggiana