Home Appennino Bolognese Banda ultra larga per gli insediamenti industriali in Appennino, sottoscritto l’accordo per...

Banda ultra larga per gli insediamenti industriali in Appennino, sottoscritto l’accordo per Castiglione dei Pepoli

Dotare delle infrastrutture necessarie alla distribuzione dei servizi a banda ultralarga l’insediamento produttivo di Castiglione ed in particolare la sede storica di Cedac Software Srl è l’obiettivo dell’accordo sottoscritto oggi tra Comune di Castiglione dei Pepoli, LepidaSpA e Cedac.

Il risultato raggiunto è frutto del lavoro svolto in sinergia tra istituzioni e imprese, impegnate a promuovere l’attrattività degli investimenti in Appennino attraverso strumenti come ad esempio il Tavolo degli imprenditori in Appennino costituito l’anno scorso da Città metropolitana e Unione dei Comuni dell’Appennino bolognese.

Gli obiettivi dell’accordo vanno inoltre nella direzione indicata dalle linee del nuovo Piano strategico metropolitano, da poco approvato e dal Patto metropolitano per lo sviluppo economico e sociale, entrambi strumenti della Città metropolitana in cui si ribadisce l’importanza di azioni a favore dell’Appennino con particolare attenzione a quelle misure che possano favorire nuovi insediamenti produttivi nonché mantenere e sviluppare quelli esistenti.

Il Piano regionale Banda Ultra Larga prevede inoltre la disponibilità entro il 2020 sull’intero territorio regionale di banda ultralarga ad almeno 30 Mbps per tutti e una connessione ad almeno 100 Mbps per il 50% delle famiglie.

Questo Accordo consente, attraverso il cofinanziamento dell’azienda, l’immediato allacciamento della dorsale già programmata con la sede aziendale e l’installazione di un ponte radio per garantire la continuità del collegamento telematico anche in caso di guasto sulla linea.

Cedac è un’azienda che lavora nel campo dell’informatica, in particolare nella progettazione e realizzazione di soluzioni applicative per il settore bancario nell’area della Banca Telematica (Corporate Banking Interbancario) e per il mercato delle Imprese nell’ambito di soluzioni web. Negli anni passati ha deciso di spostare il suo core business a Casalecchio di Reno proprio a causa delle carenze infrastrutturali della rete telematica attualmente presenti sul territorio appenninico.

L’accordo definisce le modalità ed i relativi impegni delle parti, secondo un modello di finanziamento pubblico privato.