Home Attualita' Distretto Ceramico: nasce Iter, Sistema Turistico Territoriale

Distretto Ceramico: nasce Iter, Sistema Turistico Territoriale

Si chiama ITER il sistema turistico territoriale nato dalla volontà dei comuni di Fiorano Modenese, Formigine, Maranello e Sassuolo di riunirsi per valorizzare al meglio un territorio che, al di là delle singole tipicità, presenta attrattive simili.

Tali attrattive sono riassunte nell’acronimo che dà il nome al progetto: l’Ingegno, ovvero l’anima produttiva del tessuto sociale, con le sue emergenze, la ceramica e la Ferrari; il Territorio e le particolari risorse naturalistiche come i tipici calanchi o le salse eruttive di Nirano; l’Emozione, suscitata da antiche eccellenze artistiche quali il Palazzo Ducale di Sassuolo (uno dei più importanti monumenti barocchi del Nord Italia), il Castello di Spezzano e il Castello di Formigine (che sarà presto riaperto al pubblico con straordinari allestimenti) ma anche dai numerosi happening culturali, ricreativi e sportivi; infine, il Relax, elemento fondamentale per una terra generosa da un punto di vista enogastronomico, ospitale e autentica.

ITER significa anche viaggio, ed è proprio un itinerario d’eccellenza ciò che il nuovo sistema turistico intende promuovere, oltre ad offrire, attraverso gli uffici di Informazione e Accoglienza Turistica (IAT), un puntuale servizio di accoglienza per visitatori e cittadini, e creare occasioni d’incontro, divertimento e cultura.
Infine, nella parola ITER c’è anche la parola “reti”, che sta a significare una precisa volontà di operare sinergicamente, non solo fra differenti amministrazioni, ma anche con i diversi portatori d’interesse: albergatori, ristoratori, agenzie di viaggio, guide turistiche, associazioni di promozione territoriale.

Fra i primi risultati da conseguire ci sono il potenziamento dei servizi offerti dagli IAT, la diffusione sistematica del materiale promozionale e la partecipazione a Globe 2007, la fiera del turismo a Roma. In occasione del Maggio fioranese, Giugno maranellese, Settembre formiginese e per le Fiere d’ottobre a Sassuolo verranno organizzate visite guidate rivolte alla cittadinanza nei luoghi di maggiore interesse turistico, luoghi che sono sotto gli occhi di tutti ma che spesso hanno ancora molto da rivelare.

“Il lavoro svolto di concerto fra i quattro comuni negli ultimi tempi – afferma l’Assessore Donata Clerici, attuale Presidente del sistema turistico – è stato molto produttivo, grazie alla volontà di ognuno di ottimizzare le forze per un obiettivo comune. Abbiamo dato avvio al progetto, individuato un’immagine coordinata che lo renderà immediatamente riconoscibile, prodotto nuovi materiali, quali una brochure informativa e un pieghevole con i principali eventi in programma fino a dicembre. Ci auguriamo di continuare di questo passo, per far capire che il nostro territorio, al di là dell’efficiente realtà produttiva, ha molto da offrire da diversi punti di vista: la storia, l’ambiente, l’arte e la gastronomia”.