Home Lettere al Direttore Riceviamo e pubblichiamo: Braida, avanti tutta, si ricomincia…

Riceviamo e pubblichiamo: Braida, avanti tutta, si ricomincia…

Al ritorno dell’incontro svoltosi lunedì 15 dicembre presso la Sala Biasin, dove relatori oltre al Dott. Piccinini era presente la Presidente della Consulta degli stranieri, Souad El Kaddani, con un pubblico di 24 persone di cui la metà costituita da cittadini immigrati, mi sono trovato a transitare per Via Circonvallazione e di fronte al n.189 erano presenti, con lampeggianti accesi, una pattuglia di Carabinieri e una della Polizia Municipale.

La mia attenzione però (e per fortuna) ha fatto si di evitare oggetti e rifiuti lanciati sulla sede stradale, come nella migliore tradizione di tempi non molto lontani, evitando di recare danni al mezzo ed evitando di provocare incidenti.
Dall’altro lato della strada (Fronte COOP) una ventina di persone (prontamente spostatesi all’arrivo delle Forze dell’Ordine) controllavano l’evolversi degli eventi.
Incuriosito mi sono fermato in un parcheggio un po defilato, anch’io incuriosito di quanto stava capitando.
E succede che uno spacciatore spazientito, perchè non ero un acquirente e per avergli rovinato la piazza poichè i clienti vedendomi riprendevano la strada, mi apostrofava con insulti e minacce.
All’arrivo della Autoambulanza (probabilmente c’erano dei feriti) amareggiato e preoccupato ho ripreso la strada di casa.
Questo è quello che ancora succede a Braida, dove i residenti sono ancora accusati di razzismo e intolleranza, dove nulla si vuole cambiare e dove alcune forze politiche (evitando bene di manifestare apertamente la loro posizione nascondendo le bandiere nelle manifestazioni da Loro organizzate ed esprimendo solidarietà teorica e non concreta che sfiori il Loro portafoglio e le loro abitazioni) sono ancora oggi costretti a subire.
Continuiamo a parlare di Moschea, di integrazione, di riqualificazione…….
Ma come affronteremo la drammatica crisi che ha già lasciato a casa migliaia di lavoratori e che sta aumentando la percentuale di povertà delle Famiglie?
L’affronteremo con feste, convegni, parole, bla,bla,blabla… come nella migliore tradizione.

Un cittadino amareggiato