Home Bologna ‘Le vie della Vita’, percorso di salute con l’arte

‘Le vie della Vita’, percorso di salute con l’arte

44 scatti d’autore per raccontare Le vie della Vita, un percorso di salute con l’arte. Il volume, attraverso le foto di Andrea Samaritani, i commenti di Giovanni Bissoni e Francesco Ripa di Meana, e gli interventi di attori, registi teatrali, giornalisti e professionisti del Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda USL di Bologna racconta come l’arte possa sostenere un percorso per la cura e l’inserimento nella società delle persone con disturbi mentali. Le vie della Vita illustra due diverse esperienze promosse da circa dieci anni dal Dipartimento di Salute Mentale.

– La prima riguarda il servizio di accoglienza del Museo della Sanità e dell’Assistenza dell’Azienda USL di Bologna presso il Complesso di Santa Maria della Vita, gestito da sei persone seguite dal Servizio di Salute Mentale. Il personale, assunto da dieci anni dalla Cooperativa Sociale Nazareno, assicura servizi di custodia, accoglienza del pubblico, gestione e vendita della cartolibreria all’interno del Museo ed è specificatamente formato per accogliere turisti stranieri.
– La seconda esperienza riguarda lo spettacolo Le vie della Vita, portato in scena dagli attori della compagnia teatrale Arte e Salute, formata da attori professionisti e persone seguite dai Servizi di Salute Mentale. La scommessa di far diventare attori professionisti diciotto persone seguite dal Servizio di Salute Mentale è stata vinta nei primi dieci anni di attività della compagnia Arte e Salute, nata dal lavoro degli operatori della salute mentale, dei loro pazienti, dei familiari, degli artisti, delle Istituzioni.
Fanno da seconda di copertina del volume due testi graffianti di Alessandro Bergonzoni, “Soprattutti” e “L’Io Sano e l’Io Sono”, quest’ultimo recitato dagli attori durante lo spettacolo Le vie della Vita.

Il commento di Giovanni Bissoni, assessore alle politiche per la salute dell’Emilia Romagna, sottolinea la valenza innovativa di queste esperienze che testimoniano il cambiamento dell’approccio nei confronti di chi soffre di problemi di salute mentale.
Francesco Ripa di Meana, direttore generale dell’Azienda USL di Bologna, sottolinea come il successo di queste esperienze mostri, tra l’altro, una virtuosa cooperazione tra pubblico e privato.

Il volume raccoglie anche i contributi dei professionisti del Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda USL di Bologna, Ivonne Donegani e Filippo Renda, che testimoniano il miglioramento della qualità delle relazioni e, più in generale, dei protagonisti di queste due esperienze.
Angelo Giovanni Rossi, presidente di Arte e Salute Onlus, e Nanni Garella, regista e direttore della compagnia teatrale, si soffermano sulla storia e sugli esiti del progetto. Graziano Campanini, direttore del museo della Sanità e dell’assistenza di Bologna evidenzia il successo dell’esperienza di gestione museale.
A Michele Smargiassi, giornalista, il compito di accompagnare il lettore nell’itinerario fotografico con un saggio critico.

Il volume Le Vie della Vita è in vendita presso il bookshop del Museo della Sanità e dell’Assistenza dell’Azienda USL di Bologna, in via Clavature n. 8.