Home Modena Modena, Occupazione Guernica, Leoni e Ghelfi (PDL)

Modena, Occupazione Guernica, Leoni e Ghelfi (PDL)

“Il Sindaco Pighi continuerà, come fatto in passato, a legittimare le arroganti provocazioni di chi promuove platealmente l’eversione e l’occupazione abusiva di edifici privati? L’Amministrazione di sinistra lascerà nuovamente che anarchici e autonomi occupino locali, imbrattando, danneggiando e trasformando gli stessi, come successo nell’ex concessionaria Fiat di via Giardini, in depositi logistici di mazze e altri strumenti per manifestazioni eversive? Continuerà ad ignorare il fatto che a Modena c’è gente che si sente libera di annunciare e promuovere, con tanto di conferenza stampa, atti illegali contro il patrimonio pubblico e privato come quello previsto per il 24 settembre prossimo?”

A chiederlo con una interrogazione alla giunta comunale, il Consigliere regionale e comunale del Popolo della Libertà, Andrea Leoni, a seguito dell’annunciata occupazione, da parte del circolo Guernica, il prossimo 24 settembre, di uno stabile a Modena.

“Dopo avere avuto la conferma, nei mesi scorsi, che di pacifico, rispettoso e costruttivo queste occupazioni non hanno proprio nulla, è necessario impedire da subito il loro ripetersi. Modena non può continuare ad essere vista e propagandata, fuori e dentro i social network, come un luna park ad uso e consumo di anarchici e antagonisti, oasi franca da punizioni controlli e condanne. Mi chiedo sempre cosa succederebbe ad un privato cittadino se decidesse di occupare un edificio non suo. Sarebbe giustamente portato via con tanto di manette. Mi chiedo quindi come mai ad pochissimi venga consentito quello che viene vietato a tutti”.

**

Il CAM si prepara ad occupare, e lo annuncia senza pudore. Nonostante la pioggia di denunce proseguono, convinti di esercitare un diritto, invece di invadere il diritto altrui a fare ciò che desidera della proprietà. Non è questo il modo di conquistare spazi per i giovani: senza rispetto delle regole del vivere civile non c’è possibilità di dialogo. Spero che il Comune si attivi in fretta, appena avverrà questa occupazione, per sgomberare ancora questi spazi, prima magari che i danneggiamenti alle proprietà siano eccessivi, e prima che si cominci come al solito a fare attività varie senza permessi, senza criteri di sicurezza per gli stabili che vengono utilizzati. Lo ripeto ancora: se vogliono uno spazio, si organizzino come associazione, e ne facciano richiesta.

(Avv. Luca Ghelfi, Consigliere Provinciale – PDL)