Home Ceramica Il cinquantesimo di Casalgrande Padana: una due giorni di eventi speciali

Il cinquantesimo di Casalgrande Padana: una due giorni di eventi speciali

Partirà il due ottobre l’intenso weekend di appuntamenti in occasione del cinquantesimo di Casalgrande Padana: tanti sono gli eventi in programma, che avranno come teatro d’eccezione la strada Pedemontana, che nonostante debba essere inaugurata tra breve, sarà aperta per l’occasione. Arte, cultura, momenti di svago e di intrattenimento si alterneranno in una successione di appuntamenti per le istituzioni e la comunità casalgrandese e del distretto ceramico.

L’happenning di maggiore importanza è certamente l’inaugurazione dell’opera dell’architetto giapponese Kengo Kuma dal suggestivo titolo: “Casalgrande Ceramic Cloud”, installazione prestigiosa e poetica frutto della creatività dell’artista, noto in tutto il mondo per l’utilizzo geniale di materiali svariati. Tale opera, in particolare, dimostra come il materiale ceramico nelle sue declinazioni tecnicamente ed esteticamente più avanzate, si possa aprire a nuove applicazioni quali l’arte e l’arredo urbano di prestigio. L’area di verde pubblico sarà impreziosita dalla scultura composta da materiale ceramico ad alto contenuto tecnico, realizzando un’imponente porta d’accesso da ovest-est al distretto, connotando l’area con il suo alto valore e conferendole prestigio internazionale. Una prima presentazione dell’opera, riservata al mondo dell’architettura e alla stampa specializzata e locale, avverrà sabato 2 ottobre nel pomeriggio, mentre l’inaugurazione ufficiale con le autorità è prevista domenica 3 ottobre alle ore 11.

Per il Sindaco Andrea Rossi: “E’ viva la soddisfazione come amministratori e soprattutto a nome dei cittadini e di tutta la comunità di Casalgrande per il valore di questa impresa, nata 50 anni fa, che occupa una posizione di primo piano all’interno del mercato ceramico, e che ha dimostrato ancora una volta che è possibile, anche in un momento di difficoltà, reagire, investire nuovamente su se stessi e sul proprio lavoro, lavorare con lungimiranza. Infatti, anche in periodi più recenti caratterizzati dalla crisi economica che ha colpito duramente il nostro distretto, l’azienda ha saputo realizzare significativi incrementi di fatturato, continuando a garantire equità sociale, rispetto dei lavoratori, sicurezza sul luogo di lavoro e sostenibilità ambientale, crescita culturale della comunità casalgrandese. Valori forti e concreti che arricchiscono il patrimonio dell’azienda della stima, della gratitudine e dell’affetto dei cittadini di Casalgrande.

Non a caso festeggiamo i 50 anni di Casalgrande Padana in concomitanza con la possibilità da parte della cittadinanza di prendere visione della nuova strada Pedemontana, che si trova finalmente nel suo stato finale di attuazione, dopo un lungo iter amministrativo, soprattutto per la caparbietà delle ultime amministrazioni comunali che si sono succedute al governo di Casalgrande. Il Comune -conclude il Sindaco- si è adoperato per mettere a disposizione di Casalgrande Padana quest’area in anticipo sull’apertura della strada Pedemontana -infrastruttura di grande valore logistico e strategico per la zona- ben conscio della rilevanza dell’opera artistico-architettonica del maestro Kuma”.

Per il presidente di Casalgrande Padana, Franco Manfredini: “Casalgrande Padana, azienda che si è sempre contraddistinta per un forte radicamento al territorio, è particolarmente lieta e orgogliosa in occasione della celebrazione del suo 50° anniversario di offrire al territorio un’opera frutto della genialità e della poesia del un grande maestro di architettura quale Kengo Kuma. Si tratta di una istallazione realizzata completamente in lastre di ceramica e vuole anche essere emblematicamente la porta di ingresso al distretto ceramico di Sassuolo/Casalgrande. Con l’inaugurazione della nuova arteria che speriamo avvenga al più presto -conclude il Presidente- l’opera sarà apprezzata dalle numerose persone che utilizzeranno questa strada e, ne sono sicuro, da tutti coloro che appositamente la percorreranno appositamente per vedere l’opera”.