In merito alle recenti morti di ex dipendenti delle Officine grandi riparazioni di Bologna trasmettiamo cordoglio dell’assessore comunale con delega al Lavoro, Matteo Lepore.

“A nome mio e dell’Amministrazione comunale tutta esprimo il cordoglio e vicinanza ai famigliari del capo tecnico Francesco Malossi e del tecnico Luciano Bencivenni, ex dipendenti delle Officine grandi riparazioni di Bologna, morti ad un mese di distanza a causa di malattie riconducibili all’amianto.

Come già sottolineato dai sindacati dei lavoratori sconcerta il fatto che ancora oggi, nonostante l’evidenza, non vengano riconosciuti i benefici di legge previsti per chi è esposto all’amianto sul luogo di lavoro agli ex ferrovieri delle Ogr.

Questo è ancor più allarmante se si considera che il numero delle vittime è in aumento, secondo i sindacati sono infatti più di 200 le morti bianchedelle Ogr dovute all’amianto.

Auspico dunque che la situazione si possa sbloccare al più presto e ribadisco l’impegno del comune di Bologna nell’opera di monitoraggio costante e bonifica dell’amianto in città”.





PER LA TUA PUBBLICITA'
0536 807013

Articolo precedenteBretella Campogalliano-Sassuolo, Confapi pmi Modena sulla pubblicazione della delibera in Gazzetta Ufficiale
Articolo successivoForum sicurezza urbana, domani a Modena il Comitato