Home Bassa reggiana Poviglio: le comunicazioni del sindaco in Consiglio comunale

Poviglio: le comunicazioni del sindaco in Consiglio comunale

manghi_okCosti neve, digitalizzazione della Pubblica Amministrazione e nomina del responsabile per la procedura anticorruzione: sono stati questi i tre argomenti al centro delle comunicazioni del sindaco di Poviglio Giammaria Manghi, nel corso del Consiglio comunale di martedì 26 marzo.

Ad aprire l’intervento del Primo Cittadino sono state le spese affrontate per far fronte alle nevicate che hanno interessato il territorio povigliese nei mesi appena trascorsi. Nell’inverno 2012/2013, ha spiegato Manghi, sono stati investiti 37.113 euro per la spalatura neve, la salatura e il fermo macchine per la pulizia di strade e pedonali. Una cifra consistente, che si assesta in linea con l’importo di 37.896 euro speso nell’inverno 2011/2012.

Altro punto all’ordine del giorno, l’avvio di due processi di digitalizzazione dell’Ente comunale, che comporteranno un significativo risparmio in termini di materiali e risorse umane, oltre che di minore impatto ambientale. È stata infatti presentata la nuova disciplina di trasmissione dei documenti del bilancio di previsione e conto consuntivo ai consiglieri comunali, attivata proprio a partire dall’ultimo Consiglio comunale. In base alla nuova procedura, i materiali dovranno essere inviati attraverso posta elettronica certificata e non più trasmessi a mano, tramite messo comunale

A partire dalla prossima seduta, inoltre, la medesima procedura sarà applicata anche alle convocazioni del Consiglio comunale. «Grazie a questo procedimento sarà possibile non soltanto razionalizzare la trasmissione degli atti, ma anche risparmiare sulle spese delle risorse umane e della carta, un dato di certo non secondario soprattutto in una fase di contenimento della spesa pubblica come quella che stiamo vivendo» spiega Manghi. Il Primo cittadino ha inoltre assicurato che il Comune verrà incontro a tutti i consiglieri che ancora non dispongono di un indirizzo di posta elettronica certificata, predisponendo la casella messa a disposizione dal Ministero degli Interni.

Ultimo punto affrontato, è stata la nomina del responsabile in materia di prevenzione della corruzione, in adempimento alla legge 190 del 6 novembre 2012 per la prevenzione e la repressione dell’illegalità nella pubblica amministrazione. La nuova figura è stata individuata nella persona dell’attuale Segretario comunale, dottor Mauro D’Araio. Tra i compiti del Responsabile, ci saranno la stesura del piano triennale di prevenzione della corruzione, la definizione delle procedure per la selezione e la formazione dei dipendenti destinanti ad operare nei settori di attività particolarmente esposti alla corruzione, e la pubblicazione della relazione sull’attività anticorruzione svolta ogni anno dall’Amministrazione comunale.