Home Ambiente Poviglio: sanzioni per chi non effettua la raccolta porta a porta dei...

Poviglio: sanzioni per chi non effettua la raccolta porta a porta dei rifiuti

differenziata-controlliSono più che soddisfacenti i risultati della raccolta differenziata Porta a Porta, raggiunti a quasi un anno dall’avvio del nuovo sistema di gestione dei rifiuti. È infatti superiore all’80% la percentuale raggiunta a partire dal luglio 2012, che si attesta a oltre il 90% con il dato relativo ai rifiuti ingombranti.

Un risultato reso possibile grazie alla fattiva collaborazione dei cittadini, che stanno partecipando attivamente alla differenziazione dei rifiuti. Nonostante questo, permangono ancora alcuni comportamenti scorretti di persone che non separano correttamente i rifiuti o li abbandonano a fianco dei cassonetti dove si pratica la raccolta Porta a porta. Proprio per questo il Comune di Poviglio ha deciso di intensificare i controlli sul territorio per limitare il fenomeno ed eliminare un comportamento dannoso per tutta la collettività.

Negli ultimi due mesi sono state 35 le sanzioni comminate nel corso delle verifiche che l’Amministrazione Comunale ha avviato in collaborazione con la Polizia Municipale. Due volte a settimana, insieme all’assessore all’Ambiente Domenico Donelli e ad un agente della Polizia Municipale, alcuni operatori del Comune si dedicano infatti al controllo delle batterie: di fatto vengono aperti i sacchetti lasciati impropriamente fuori dai contenitori del Porta a Porta, per monitorarne il contenuto e risalire a chi ha li ha abbandonati. Un’attività di sorveglianza importante, cui si aggiunge il monitoraggio per mezzo di una telecamera mobile fornita da S..A.BA.R e spostata di stazione in stazione per risalire agli autori dei comportamenti scorretti.

«L’avvio di un’azione di controllo si è reso necessario per fare in modo che gli sforzi dei tanti povigliesi che s’impegnano quotidianamente nella differenziata non siano compromessi dal cattivo comportamento di pochi – spiegano il sindaco Giammaria Manghi e l’assessore all’Ambiente Domenico Donelli. – Quest’attività di vigilanza serve infatti a dare un segnale a chi non rispetta le regole, per disincentivare quei comportamenti che vanno a inficiare i risultati positivi che abbiamo ottenuto in quest’anno».

In questi giorni è stata inoltre completata la prima fase delle operazioni di pulizia delle batterie per la raccolta differenziata ad opera di S.A.BA.R..