Home Bologna Una gara unica da 41 milioni per il servizio di “sgombero neve”:...

Una gara unica da 41 milioni per il servizio di “sgombero neve”: la Città metropolitana indice un bando aperto a tutti i Comuni della regione

La Città metropolitana di Bologna, in qualità di Soggetto Aggregatore iscritto nell’elenco ANAC e quindi quale centrale di committenza qualificata per l’acquisizione aggregata di beni e servizi per conto della pubblica amministrazione, ha bandito oggi una gara europea a procedura aperta per l’affidamento del servizio di “sgombero neve e antighiaccio”, di valore complessivo netto pari a 41 milioni di euro.

Con l’indizione di questa gara, che rimarrà aperta fino al 20 agosto, la Città metropolitana persegue l’obiettivo di aggregazione della spesa, per la prima volta in uno dei più importanti e strategici servizi pubblici locali: la manutenzione strade, cui afferisce il “Servizio neve”. In questo modo si mette a disposizione il know-how tecnico ed amministrativo di Palazzo Malvezzi con l’obiettivo di migliorare la manutenzione invernale delle strade del territorio metropolitano.

La gara è potenzialmente idonea a soddisfare le esigenze di tutti gli enti proprietari o gestori di strade insistenti sul territorio della Regione Emilia-Romagna.

A tal fine è stata suddivisa in 7 lotti corrispondenti agli ambiti territoriali delle province della Regione e accorpando quelle con analoga morfologia del territorio: Bologna; Ferrara e Ravenna; Rimini e Forlì-Cesena, Modena; Reggio Emilia; Parma; Piacenza.

L’operatore economico che risulterà aggiudicatario stipulerà con la Città metropolitana una convenzione ai sensi dell’art. 26 della L.n. 488/1999 e potrà svolgere il servizio per tutti quegli enti proprietari e/o gestori di strade insistenti sul territorio regionale che aderiranno a tale convenzione, stipulando alle condizioni previste un proprio contratto.

Con questo bando la Città metropolitana non solo consolida ancora una volta il proprio ruolo di “centrale di committenza”, istituita per rispondere alle esigenze di aggregazione della spesa, ma in attuazione anche delle funzioni assegnatele per legge e per statuto, fornisce agli enti e ai soggetti pubblici del territorio regionale uno strumento di semplificazione delle procedure, che consente di evitare a questi ultimi gli oneri di una gara, ottenendo al contempo anche un risparmio di spesa.

La procedura, come previsto dal Codice dei Contratti Pubblici, è svolta integralmente su piattaforma telematica. Tutta la documentazione pertanto è disponibile in formato elettronico sulla piattaforma telematica di negoziazione della Regione Emilia-Romagna (“SATER”), a questo link: https://intercenter.regione.emilia-romagna.it/servizi-imprese/bandi-altri-enti/bandi-e-avvisi-altri-enti; e sul portale della Città metropolitana: https://www.cittametropolitana.bo.it/urp/Engine/RAServePG.php/P/25341URP0104/T/In-pubblicazione.

Il termine di scadenza per la presentazione delle offerte è il 20 agosto 2019 alle ore 11; mentre la prima seduta pubblica virtuale di gara si terrà lo stesso giorno alle ore 11,30.