Home Modena Venerdì 20 settembre a Modena si terranno le premiazioni degli studenti distinti...

Venerdì 20 settembre a Modena si terranno le premiazioni degli studenti distinti nelle Olimpiadi della Matematica

A Modena col sostegno del Dipartimento di Scienze Fisiche, Informatiche e Matematiche (FIM) di Unimore si premiano gli studenti delle scuole superiori della provincia di Modena che si sono distinti nell’anno scolastico 2019/2019 nelle Olimpiadi della Matematica.

 

Tra essi ci sono tre studenti che hanno ottenuto dei prestigiosi riconoscimenti nella finale nazionale delle Olimpiadi, che si è tenuta a Cesenatico nello scorso mese di maggio: Emanuele Prati del Liceo Tassoni di Modena ha vinto una medaglia d’argento, Emanuele Vitetta, sempre del Liceo Tassoni, ha vinto una medaglia di bronzo e Gabriele Taurasi del Liceo Fanti di Carpi ha ottenuto una menzione d’onore.

La cerimonia si terrà venerdì 20 settembre 2019 alle ore 15.00 nell’Aula M1.2 dell’Edificio di Matematica presso il Campus scientifico universitario (Via Campi 213/b). A premiare i giovani sarà il prof. Roberto Zanasi, responsabile distrettuale delle Olimpiadi della Matematica, che darà riconoscimenti anche a quanti si sono distinti nelle gare organizzate nelle singole scuole ed a coloro che sono risultati migliori a livello provinciale.

Alla competizione hanno partecipato oltre tremila studenti nella sola provincia di Modena e oltre duecentomila in tutta Italia. Una citazione a parte la meritano anche le ragazze dell’ITIS Fermi, che saranno premiate perché hanno ottenuto un eccellente undicesimo posto nella gara a squadre femminile di matematica, unica squadra proveniente da un istituto tecnico tra quelle ammesse alle finali nazionali, in una gara che ha visto ai nastri di partenza 240 scuole di tutta Italia.

In occasione della premiazione, i ragazzi, gli insegnanti, ma anche gli appassionati di matematica e i curiosi che vorranno partecipare, potranno assistere a una conferenza del prof. Lucio Russo dell’Università di Roma – Tor Vergata, che parlerà della storia delle idee sul concetto di gravità. Lucio Russo è un esperto di fama internazionale di storia della matematica e di storia delle scienze.

La sua conferenza è il primo appuntamento di un ciclo di conferenze aperte a tutti, dal titolo “La matematica che non ti aspetti”, che si svolgeranno nel corso di tutto l’anno accademico e nelle quali abili divulgatori come Gustavo Cevolani, Giorgio Goldoni, Paola Bandieri, Gian Marco Todesco, Luca Lussardi e Luca Goldoni spazieranno dalla logica e probabilità ai bit, dalle geometrie non euclidee all’ipercubo, per mostrare applicazioni interessanti, e spesso inaspettate, della matematica.

“La figura del matematico riveste un’importanza sempre crescente all’interno della nostra società – afferma la prof. Michela Eleuteri, Presidente della Commissione per la Divulgazione della cultura scientifica del FIM e Coordinatrice del Progetto Piano Lauree Scientifiche del FIM per la Matematica – e le gare di matematica permettono alla scuola di coltivare alcuni degli studenti di maggior talento, avvicinandoli a una disciplina che potrebbe dar loro grandi soddisfazioni, in prospettiva anche in ambito lavorativo. Allo stesso tempo, ritengo fondamentale promuovere iniziative che illustrino aspetti curiosi e interessanti della matematica e i legami che essa ha con le altre scienze, per far conoscere a tutti la bellezza di questa disciplina e quanto la sua presenza sia pervasiva nella nostra vita quotidiana”.