Home Economia Vetrina in Colombia per la filiera ortofrutticola italiana

Vetrina in Colombia per la filiera ortofrutticola italiana

Nuovi orizzonti per la filiera ortofrutticola italiana, in particolare il settore delle tecnologie preraccolta e post-raccolta, che è stata protagonista in Colombia alla fiera Expo Agrofuturo, in programma a Medellin (Plaza Mayor). L’Italia, come Paese invitato d’onore, è stata al centro dell’evento fieristico ospite nel padiglione centrale dedicato all’innovazione, con una area di 400 metri. Ben 12535 i visitatori della fiera che presenta altri numeri interessanti: 344 espositori e delegazioni internazionali da 19 Paesi.

Tra le aziende tricolori presenti, le 12 selezionate nell’ambito del progetto Colombia Atracciòn, supporto alla promozione commerciale delle PMI emiliano-romagnole della filiera della meccanica agricola e post raccolta, promosso da Unioncamere Emilia-Romagna in collaborazione con il Sistema camerale regionale e con il co-finanziamento della Regione.

Ciascuna delle 12 aziende partecipanti al progetto Colombia Atracciòn si è presentata a un pubblico mirato durante gli “Agro Talks” in fiera nell’open space adibito a area comune. Le imprese emiliano-romagnole hanno potuto interagire con le controparti locali in uno specifico evento di “networking” collaterale esterno: un’occasione di incontro tra domanda e offerta per favorire l’interazione sociale e la dinamicità commerciale attraverso il contatto con clienti e fornitori, stakeholder e opinion leader finalizzato a conoscenza reciproca.

Ottimo riscontro generale della fiera nell’ambito della collettiva organizzata da ICE ufficio di Bogotà insieme a Macfrut e Federunacoma: 36 le aziende italiane presenti in totale. In totale sono stati organizzati 325 B2B con oltre 40 aziende colombiane, e con i buyer portati dall’ICE provenienti dall’Ecuador e Panama.

La partecipazione alla fiera specializzata “Expo AgroFuturo” di Medellin è una nuova azione del progetto Colombia Atraccion, articolato in distinte e coordinate fasi operative per accompagnare le imprese emiliano-romagnole a sviluppare possibilità di promozione, contatto e visibilità sul promettente mercato colombiano.

Fa seguito alla missione esplorativa in marzo e alla successiva missione incoming di operatori colombiani conclusa al salone Macfrut in collaborazione con Cesena Fiera.

Le aziende emiliano-romagnole in Colombia Atracción

Partecipano al progetto 12 imprese emiliano-romagnole: le bolognesi Selvatici di San Lazzaro di Savena, Lisam di Imola e Bassi Seminatrici di Medicina, F.lli Annovi di Formigine (Modena), le ferraresi I.S.T. di Bondeno e Tifone Ambiente di Ferrara, T.R. Turoni di Forlì, Ser.Mac di Cesena, Graziani Roberto e F.lli di Mercato Saraceno, Urbinati di San Mauro Pascoli, Cma Macchine Agricole di Predappio tutte della provincia di ForlìCesena e la parmense Tropical Food Machinery di Busseto.

La Colombia è un importante player del settore alla ricerca soprattutto di tecnologie e packaging per elevare i propri standard produttivi. Molto significativi i dati dell’interscambio del settore tra Emilia-Romagna e Colombia, che “pesa” quasi 3 milioni di euro con un incremento del 67% rispetto all’ultimo anno di rilevazione, e rappresenta il 48% riguardo al valore complessivo italiano.

L’obiettivo del progetto Colombia Atracciòn è di favorire – attraverso un percorso di accompagnamento – l’esplorazione e l’approfondimento delle opportunità esistenti nel mercato colombiano, stimolando la creazione e lo sviluppo di business delle nostre PMI del settore dei macchinari agricoli e post raccolta con controparti colombiane.