Home Bassa modenese Mirandola celebrare la “Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”

Mirandola celebrare la “Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”

Sei giorni di iniziative per celebrare la “Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”. È quanto accadrà a Mirandola e in tutto il territorio comunale dal 18 al 23 novembre. L’amministrazione comunale in vista della particolare ricorrenza, ha coinvolto scuole, nidi educatori ed in taluni casi genitori, per una serie di appuntamenti che per i più piccoli, ma non solo, prevedono laboratori creativi, giochi e momenti insieme.

Il 14 dicembre 1954, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite raccomandò a tutti i Paesi di istituire la Giornata Universale del Bambino, da osservare come giorno di fratellanza e comprensione tra i bambini in tutto il mondo. La data scelta fu quella del 20 novembre, il giorno in cui l’Assemblea adottò la Dichiarazione dei diritti del fanciullo, nel 1959, e la Convenzione sui diritti del fanciullo, nel 1989. La Convenzione, che è il trattato internazionale sui diritti umani più ampiamente riconosciuto, stabilisce una serie di diritti dei bambini, tra questi: il diritto alla vita, alla salute, all’istruzione e al gioco, così come il diritto alla famiglia, alla protezione dalla violenza, alla non discriminazione e all’ascolto della loro opinione.

“Abbiamo messo a punto moltissime iniziative per celebrare la trentesima “Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza” – spiega l’assessore alla Cultura ed Innovazione, Prof.ssa Marina Marchi – Attraverso video, giochi, laboratori creativi, in alcuni casi anche con i genitori. Affinché i piccoli cittadini si avvicinino al significato della convenzione. Un momento particolare sarà quello in cui i bambini della scuola dell’infanzia Sergio Neri faranno visita al Comune il 20 novembre, per incontrare il Sindaco Alberto Greco. In alcune scuole poi è stato realizzato una albero, dove ogni bambino potrà appendere un foglietto con il proprio nome, un pensiero, o un ricordo della propria esperienza. Nei nidi si terranno laboratori per realizzare bottiglie sonore, creare il cuscino della nanna, o ancora il teatrino giapponese. Se non laboratori di manipolazione per conoscere gli alimenti. Ricordo inoltre che sabato 23 novembre alle ore 10,30 presso la Biblioteca “E. Garin” si terranno letture a cura dei Volontari Nati per Leggere sul tema “Il mondo è tuo”.

“Gli educatori di tutte le scuole del nostro territorio sono riusciti a realizzare numerose iniziative per promuovere i diritti dell’infanzia. E per bambini e ragazzi rappresenterà anche   l’occasione per comprendere l’importante eredità lasciata dall’Onu. Una convenzione che tutela i loro diritti, nel nostro contesto sociale, ma che deve costituire anche un momento di riflessione per gli adulti – conclude l’assessore Marchi – Durante le prime fasi del suo sviluppo, l’individuo ha bisogno di vicinanza, sostegno per poter crescere bene e l’adulto deve prendersene cura rispettando i suoi diritti. Non dimentichiamo che i bambini di oggi saranno gli adulti di domani. Se doniamo un’infanzia felice ad un bambino, egli potrà diventare un adulto responsabile, capace di relazionarsi in modo positivo con se stesso e con gli altri.”