Home Cronaca Controlli a Reggio Emilia a seguito di esposto per presunta attività artigianale...

Controlli a Reggio Emilia a seguito di esposto per presunta attività artigianale abusiva

Prosegue incessante l’opera di riqualificazione della zona Stazione Storica di Reggio. Alle ore 8.30 di ieri 9, gennaio, gli Operatori di Polizia impiegati presso il Posto di Polizia di via Turri, unitamente alla Squadra Volante della Questura di Reggio Emilia, a personale della Guardia di Finanza ed agli uomini della Polizia Locale di Reggio Emilia, hanno effettuato un controllo in uno stabile di questa via Forzani, n. 21, per dare seguito ad un esposto per presunta attività artigianale abusiva.

I controlli, nel corso dell’operazione congiunta, erano finalizzati a verificare la regolarità ed il rispetto delle norme di sicurezza e delle condizioni igienico sanitarie e come azione di contrasto al lavoro nero e all’uso di lavoratori irregolari.
L’esito dell’operazione ha evidenziato la presenza, al pianterreno dell’immobile, di un laboratorio tessile con 6 postazioni di lavoro, dove è stata rilevata la presenza di un solo lavoratore di origine cinese che occupava una delle sei postazioni, al primo piano invece è stato effettuato un controllo ai 5 alloggi presenti. Gli operatori della Polizia di Stato hanno identificato e controllato la posizione delle sette persone di nazionalità cinese presenti all’interno dell’immobile tra cui il titolare della maglieria. Non è stata rilevata la presenza di clandestini o irregolari. La Polizia Locale ha effettuato controlli sullo stato d’uso dell’immobile e sulla conformità in materia di edilizia, agibilità, condizioni igienico sanitarie, destinazioni d’uso e tutte le materie di specifica competenza. La Guardia di Finanza ha effettuato preliminarmente verifiche di carattere fiscale sulla posizione dell’azienda e dei lavoratori rilevando irregolarità che saranno oggetto di un’ulteriore approfondimento per l’eventuale emissione di sanzioni di carattere amministrativo.