Home Publiredazionali pubbliredazionali bologna Commercio sociale e commercio di copie – esperienze, fornitori, commercianti e informazioni...

Commercio sociale e commercio di copie – esperienze, fornitori, commercianti e informazioni importanti

Commercio sociale e commercio di copie – esperienze, fornitori, commercianti e informazioni importanti

In questa guida sul social trading e sul commercio di copie troverete vari consigli e trucchi, oltre a importanti informazioni su fornitori forti e pericolosi.

Cos’è il social trading o il commercio di copie?

Prima di entrare nel dettaglio, iniziamo con una breve definizione di copia e di Social Trading.

Il Social Trading è una forma di investimento in cui voi (come “follower”) potete visualizzare, discutere e copiare le strategie di investimento o i portafogli di altri membri di un social network. Così, nel Social Trading, “trader” e “seguaci” si incontrano. L’idea è che i principianti possono seguire un trader professionista con queste informazioni.

Come funziona il Social Trading o il Copy Trading?

Con il Social Trading, gli investitori possono seguire un investitore o un trader. Sia passivamente, osservando e commentando solo le attività di trading, sia attivamente, beneficiando immediatamente delle transazioni che vengono “copiate” sul proprio conto di trading.

Copy trading o social trading per principianti – consigli e trucchi
Molti principianti nel commercio si confrontano con la questione fin dall’inizio:

Commerciate o lasciate commerciare? Teoricamente, è giusto seguire un professionista o lasciarlo lavorare per voi. Questo è ciò che facciamo quando costruiamo una casa, forniamo consulenza legale, consultiamo un medico, ecc. Ma cosa succede se il professionista non è affatto un professionista? Come si riconosce ciò che lui o lei può (non può) fare?
Soprattutto nel campo delle operazioni di borsa, è consigliabile considerare una semplice regola empirica per tutte le decisioni di investimento:
“Più alto è il rendimento (promesso), maggiore è il rischio”.

In altre parole, se si vuole un rendimento del 100%, ci si deve aspettare anche una perdita del 100%.

Purtroppo, i principianti non sono in grado di valutare il rapporto rischio/rendimento all’inizio e quindi cercano trader che abbiano ottenuto il miglior rendimento possibile in un breve periodo di tempo.

Qui è molto più intelligente controllare il rendimento ottenuto da un trader (giorno) per un lungo periodo di almeno 6 mesi. Le perdite dovrebbero essere piccole. Tuttavia, mi soffermerò più dettagliatamente su questo aspetto qui di seguito.

Per gli investitori azionari convenzionali, si sarebbero dovute considerare diverse fasi del mercato. Nei mercati dei tori, quasi tutti hanno successo. Ma la paglia è separata dal grano solo nel mercato dell’orso, perché allora si possono vedere le capacità di copertura dell’investitore e come (de)calmare il portafoglio.

In quali investimenti si può investire con il Copy Trading (azioni, valute, ecc.)?

Lo spettro degli investimenti nel Copy Trading è molto ampio, azioni, materie prime, valute (Forex), ecc.

I trader che lavorano con i derivati come i CFD sono spesso operatori giornalieri e quindi fanno trading più volte al giorno o alla settimana. Inoltre, lavorano con la leva finanziaria, che può aumentare sia il rischio che le opportunità, in quanto i trader e i seguaci possono accedere non solo al capitale investito, ma anche al capitale preso in prestito dal broker e quindi aumentare il volume di trading.

Ma c’è anche la possibilità di seguire un classico investitore di valore come Warren Buffet. In questo caso, i portafogli azionari vengono poi costruiti e replicati con certificati, che il seguace può acquistare e gestire sul proprio conto titoli. Il certificato riproduce così l’evoluzione del portafoglio azionario del trader e può essere acquistato tramite un numero di identificazione del titolo separato.

Vale la pena di copiare Top Trader?
L’idea di copiare i trader di successo e quindi di poterli seguire facilmente senza dover imparare e applicare da soli sembra allettante.
Ma un’idea non vale nulla finché qualcuno non la realizza.

Nel 2020 il Copy Trading, o social trading, non è più solo un’idea, ma una pratica comune. Per i trader esperti e per coloro che preferiscono trasferire la responsabilità e si aspettano denaro veloce, è un concetto interessante, che esploreremo in dettaglio in questo articolo.

Ora siamo arrivati agli svantaggi.

Innanzitutto, è un dato di fatto che circa il 90% di tutti i commercianti perde denaro in modo permanente. Sì, anche e soprattutto i trader sulle piattaforme di social trading. Inoltre, molti fornitori, specialmente i broker di CFD, non controllano l’idoneità dei trader. Molti possono iscriversi entro 5 minuti e iniziare a fare trading.

Inoltre, i trader sono spesso presentati come “professionisti” o ben rappresentati nelle classifiche, che hanno raggiunto un alto rendimento in un breve periodo di tempo. Ma se ricordate la regola empirica di cui sopra, allora sapete cosa pensare di un trader che ha generato il 273% di rendimento in 4 settimane. Esatto, niente di niente, perché sta per andare a fondo.

Infine, uno svantaggio del business delle copie, che sembra un po’ paradossale:

Un buon trader non rimane a lungo un copy trader. Perché?

Perché può fare più soldi nel mondo “reale” della borsa, senza infastidire i seguaci che vogliono che ogni transazione venga loro spiegata (in perdita).
Quindi, se riuscite a dimostrare che il vostro bilancio è positivo per diversi anni, di solito otterrete risultati migliori se entrerete a far parte di un hedge fund o di una società di trading di accessori. Perché vi possono scambiare conti a 7 cifre in modo tempestivo e incontrare trader simili o d’élite di cui possono beneficiare a loro volta.
Il povero devoto deve guardarsi di nuovo intorno dopo un po’ e sperare di aver scommesso sul cavallo giusto. Finora ha imparato poco o niente. Rimane dipendente.

Quali sono le piattaforme di social trading?
Poiché il Social Trading si è sviluppato parallelamente ai classici social media e quindi esiste già da qualche anno, possiamo già registrare alcune esperienze con i provider e la scena.

Come per la scena della crittografia, il mercato si è un po’ assottigliato, come al solito dopo un boom.

In questa sezione, presenteremo brevemente i fornitori più comuni. Oltre a questi noti fornitori, ci sono anche vari broker di CFD, come OctaFX o la società Metaquotes (Metatrader), che offrono servizi di social trading e copy trading, ma anche IqOption, 24 Option e altri. Potete trovare una guida dettagliata delle offerte sul mercato a trading-online.pro .
Iniziamo con probabilmente i due più noti fornitori di piattaforme di social trading:

eToro – Uno dei più popolari fornitori di social trading e broker di CFD, con sede a Cipro e in Israele.

Wikifolio – Anche uno dei maggiori fornitori di social trading. Un’azienda austriaca. Qui i seguaci possono acquistare certificati su indici (titoli) per partecipare al portafoglio del trader.

Zulu Trade – Un’azienda degli Stati Uniti che, secondo le proprie informazioni, conta più di 100.000 commercianti provenienti da circa 200 paesi. Zulutrade permette di integrare diversi broker per copiare le transazioni.

Naga Trader – Una società con sede a Cipro specializzata nel social trading attraverso l’applicazione ed è spesso utilizzata dai giovani investitori.

Bux – La società olandese è specializzata anche nel trading tramite App. Oltre al trading con i CFD, qui è possibile anche il trading di azioni classiche, attualmente senza commissioni di transazione.