Home Appennino Bolognese L’inizio scuola a Castel d’Aiano e a Castiglion dei Pepoli

L’inizio scuola a Castel d’Aiano e a Castiglion dei Pepoli





Soluzione provvisoria per gli studenti di Castel d’Aiano che per l’anno scolastico 2021/2022 svolgeranno l’attività didattica in spazi prefabbricati. L’edificio scolastico, infatti, è oggetto di lavori per l’adeguamento sismico della struttura; una condizione che non ha permesso, almeno per questo avvio di anno, la presenza degli alunni e di tutto il personale scolastico all’interno della struttura.

Il lavoro svolto dall’amministrazione comunale è stato quello di trovare una soluzione temporanea, ma che non facesse mancare l’opportunità di un ritorno a scuola in presenza e che, allo stesso tempo, rispettasse tutte le normative legate alla sicurezza e, anche, all’emergenza sanitaria in corso.

Sono stati, quindi, allestiti dei moduli prefabbricati a norma e nella sede saranno ospitate tre classi della Scuola Secondaria di primo grado, cinque classi delle Scuole Primarie e due sezioni della Scuola dell’Infanzia. La struttura, seppur provvisoria, non inficia sui servizi erogati, infatti, è confermata la mensa che terrà conto sia della religione, previa comunicazione del genitore, sia delle intolleranze alimentari. In quest’ultimo caso è necessario il certificato del medico.

Il complesso scolastico di Castel d’Aiano fa parte dell’istituto comprensivo che ha direzione didattica a Gaggio Montano e di cui fanno parte le scuole di Gaggio, Marano, Silla e Lizzano in Belvedere.

Castiglione dei Pepoli, nuovi arredi per le scuole

Nuovi arredi per le aule delle scuole di Castiglione dei Pepoli: è questa una delle novità più importanti di questo inizio Anno Scolastico per gli studenti e le studentesse del comune dell’Appennino bolognese. In questi mesi l’Amministrazione comunale ha lavorato affinché il rientro degli alunni fosse il più sicuro e il più piacevole possibile.

Lo sforzo di tutti gli addetti ha premiato, infatti, domani 13 settembre, con il suono della campanella, gli studenti e tutto il personale scolastico troveranno gli arrendi nuovi nelle aule, gli infissi nuovi e la riqualificazione degli esterni delle scuole. Inoltre, sono stati svolti lavori di risparmio energetico delle strutture. L’altra grande novità riguarda l’arrivo di due nuovi dirigenti scolastici: il dott. Mauro Tatti per L’IC Castiglione-Camugnano-S. Benedetto e la dott.ssa Simona Urso per IIS Caduti della Direttissima.

Margherita Nucci, assessore alla Scuola del Comune di Castiglione dei Pepoli ha dichiarato: “Ci siamo. Le nostre scuole sono pronte ad accogliere di nuovo gli studenti! Ringrazio di cuore tutti coloro che si sono impegnati senza sosta per riaprire le porte delle nostre scuole: i Dirigenti Scolastici, il personale del Comune che si occupa della scuola, i nostri operai comunali, gli insegnanti e il personale scolastico. Non ci siamo mai sentiti soli, perché siamo una squadra. Le nostre scuole sono pronte per accogliere la curiosità, la conoscenza, la socializzazione, il futuro e soprattutto i sogni che si celano nella mente di tutti i nostri bambini e ragazzi, che proprio nella scuola possono trovare la loro massima espressione! Buon inizio, che quest’anno è più di ogni altro anno con la “I” maiuscola!”.

 

 

Articolo precedenteCovid: oggi (12/9) in regione 453 nuovi positivi su 24.764 tamponi eseguiti (1,8%). I guariti sono +531. Nessun decesso
Articolo successivoNuova Mab Unesco Appennino: il plauso unanime e gli obiettivi dei sindaci modenesi