In relazione ai fatti di cronaca che hanno visto la Città di Mirandola colpita da attacchi alle autovetture di privati cittadini allo scopo di estrarre pezzi di ricambio, l’Assessore alla Sicurezza Roberto Lodi ha voluto anticipare un’intervento straordinario al fine di rendere ancor meno accessibile ai malintenzionati il nostro territorio comunale.

“La piaga dei furti dei pezzi di ricambio di specifiche tipologie di auto, come confermano le indagini delle forze dell’ordine, rappresenta una specificità criminosa difficile da controbattere per un singolo Comune, in considerazione della particolare caratteristica che porta queste bande di stranieri ad effettuare veri e propri blitz, salvo poi abbandonare rapidamente il territorio depredato. E’ possibile arrivare a colpirne la cabina di comando soltanto quando si riescono ad intercettare in flagranza o attraverso i materiali rubati. In considerazione di quanto sopra, allo scopo di rendere ancor meno appetibile la nostra Città, l’Amministrazione ha in programma diversi provvedimenti deterrenti quali l’ingaggio di un servizio di vigilanza privata, per garantire un maggior presidio dei quartieri oggetto di furti, l’aumento di sei unità dell’organico della Polizia Locale e nel nuovo anno l’installazione/implementazione della video sorveglianza attraverso un sistema di ultima generazione con tracciamento di tutti i veicoli che entrano sul territorio”.

 

 

Articolo precedenteModena, lavori sulla SP255 Nonantolana a Navicello
Articolo successivoPogba “Tornato per vincere, la Juve una scelta di cuore”