La terza ed ultima interrogazione discussa nel Consiglio Comunale di ieri sera era a firma di Serena Lenzotti, del Partito Democratico, avente ad oggetto “Pug Sassuolo”.

“Il Piano Urbanistico  Generale (Pug) – si legge nell’interrogazione – è il nuovo strumento di pianificazione urbanistica  individuato dalla Legge Regionale 24/2017 in sostituzione degli attuali Piano Strutturale Comunale (Psc) e Regolamento Urbanistico Edilizio (Rue). Rilevato che l’Amministrazione comunale ha avviato i lavori di consultazione, si interrogano il Vicesindaco e l’Assessore Competente : se e quando renderanno pubblica la bozza progettuale e il cronoprogramma dei lavori previsti per la redazione del Piano Urbanistico Generale. Se intendono coinvolgere i cittadini in un percorso partecipato aperto e/o di informare tramite incontri pubblici, stampa e social, le intenzioni dell’Amministrazione comunale e le linee che intende seguire per ridisegnare la città. Quali criteri utilizzati per l’individuazione delle sole 3 associazioni sportive individuate come “Stakeholder” anziché coinvolgere direttamente la consulta delle associazioni”.

 

Ha risposto l’Assessore all’Urbanistica Ugo Liberi.

“l cronoprogramma delle attività propedeutica alla progettazione del PUG ed alle relative attività, è pubblicato sul sito dedicato del Comune di Sassuolo.

Nello stesso cronoprogramma è indicata, successivamente all’assunzione della proposta di piano, che si prevede possa essere prevista tra settembre e novembre di quest’anno o al più tardi ai primi mesi dell’anno prossimo, l’attivazione di una procedura specifica di presentazione pubblica della proposta di piano che prevede l’illustrazione dei contenuti e degli obiettivi prefissi.  In tale fase, è facoltà dell’amministrazione poter attivare ulteriori forme di consultazione e partecipazione rivolte a cittadini, associazioni, comitati o gruppi di portatori di interessi. Nell’ottica di far meglio comprendere, agli incaricati della redazione del PUG, le peculiarità del territorio; sono stati organizzati alcuni incontri con alcuni attori locali che potessero meglio definire le particolari attività lavorative e non, soggette al nostro nuovo PUG. A tal fine abbiamo individuato alcuni soggetti difficilmente ritrovabili in altre realtà, specificatamente: – il mondo ceramico ed la sua necessità di sviluppo industriale, evidenziando la differenza organizzativa delle nostre strutture industriali che presentano particolari esigenze dal punto di vista urbanistico, sia per gli aspetti volumetrici che per tutto il corollario attinente quali spazi collaterali, trasporti, ecc., quindi le specifiche esigenze locali; il tutto per far comprendere agli incaricati le particolarità ed esigenze locali, non ovunque riscontrabili.

Per specifico del punto 3: l’incontro specifico è stato coordinato ed organizzato da parte dell’assessorato allo sport (così come per altri gruppi portatori di interessi economici, culturali, ecc.) che ha provveduto prima a raccogliere le varie istanze ed individuare alcune considerazioni specifiche.

Nel ribadire che gli incontri finora fatti, sono serviti agli incaricati per meglio comprendere le peculiarità locali, si specifica che a termini della LR 24/2017 saranno effettuati tutti i passaggi previsti”.

 

 

Articolo precedenteRisposta all’interrogazione di Maria Savigni sul recupero della Guglia
Articolo successivoElenco di chiusure previste su A13, A14, Tangenziale Bologna, Raccordo Casalecchio e D23