La seconda interrogazione discussa nel corso del Consiglio Comunale di ieri sera era sempre a firma del Capogruppo del Partito Democratico Maria Savigni, avente ad oggetto “Sui lavori di restauro della Guglia di piazza Martiri Partigiani”.

“In data 28 settembre 2021 veniva presentata al Consiglio Comunale – si legge nell’interrogazione – un’interrogazione in cui si chiedeva conto della conduzione del cantiere di Piazza Martiri Partigiani e, in merito alla zona della Guglia, si chiedeva Se la zona della Guglia, di importante rilevanza storica, sarà oggetto dell’attenzione che merita e di un’opportuna valorizzazione, anche in considerazione del fatto che in occasione dei lavori svolti su tutta la piazza, e del cantiere già aperto, si sarebbe potuto procedere

anche al restauro della medesima A tale interrogazione veniva risposto che” in merito alla zona della Guglia, nell’appalto sono già compresi lavori di restauro, di ripristino e di pulitura della stessa, e questi rientrano sempre nei tempi contrattuali e nella data di fine lavori della stessa”. Considerato che nel consiglio Comunale del 29 novembre 2021 veniva presentata altra specifica interrogazione, in cui si chiedevano i tempi di intervento, dato che, all’epoca, non si vedevano” segnali nell’immediato di un intervento di ripristino del monumento”. A questa ulteriore interrogazione si rispondeva  che i tempi di conduzione del cantiere si erano dilatati a causa di un contenzioso con la ditta appaltatrice; e che tuttavia i lavori di ripristino della Guglia erano stati confermati nella seconda perizia di variante, anche se non ancora eseguiti a causa delle condizioni climatiche avverse; si affermava inoltre che si sarebbe valutata la possibilità di sottrarre tali lavori a

quelli affidati all’impresa aggiudicatrice per affidarli in modo diretto ad altra ditta specializzata, per recuperare i tempi dei lavori, grazie anche a condizioni climatiche più favorevoli. Considerato inoltre che alcune settimane fa è stato divelto uno dei corpi illuminanti della Guglia , che come segnalato da diversi cittadini è rimasto “depositato” per diversi giorni dentro la vasca della stessa, si chiede quale sia Io stato delle pratiche e se si conoscono i tempi di svolgimento dei lavori”.

 

Ha risposto il Sindaco di Sassuolo Gian Francesco Menani.

“La fase di contenzioso è in fase di conclusione formale. In data 10 giugno 2022 è stata consegnata formalmente all’impresa esecutrice documentazione di contabilità finale dei lavori svolti, dai quali sono stati esclusi i lavori per l’intervento di restauro, ripristino e pulitura della zona della Guglia, come già comunicato in precedenza. In data 24 giugno 2022, l’impresa appaltatrice, ha provveduto a comunicare formalmente le proprie riserve alla contabilità finale consegnata. Il RUP ha immediatamente provveduto ad effettuare la comunicazione della cosa alla Direzione Lavori, la quale,  ha provveduto a consegnare al RUP, relazione di controdeduzioni alle riserve espressa dall’impresa appaltatrice.

Il RUP ha immediatamente provveduto a consegnare tale relazione e tutta la documentazione della contabilità finale al collaudatore in corso d’opera, per valutare la questione ed assumere le conseguenti decisioni. Nel pomeriggio del 20 luglio 2022 si è tenuta riunione tra Direzione Lavori, collaudatore e RUP, al fine di verificare l’eventuale possibilità di attivare, secondo i dettati del DLgs 50/2016 e ss. mm. e ii., procedura di  Accordo bonario per i lavori (art. 205 e seguenti).
Nella settimana dal 25 alla fine del mese di luglio si prevede di effettuare incontro con l’impresa per verificare la sua disponibilità ad aderire alla proposta di accordo.

Solo in seguito ad una definizione della questione, si potrà valutare, nell’ambito del Quadro Economico dell’opera, la residua disponibilità economica al fine di ridefinire anche i contenuti tecnici ed i costi aggiornati per l’affidamento diretto delle opere di restauro, ripristino e pulitura della zona della Guglia oltrechè di eventuali e necessarie opere di finitura e rispristino della piazza. Per i tempi di realizzazione di tali ultimi lavori si comunica che è possibile quantificarli solo dopo la firma dell’accordo: ovviamente si cercherà di realizzarli nel minor tempo possibile”.

 

 

Articolo precedenteAzioni di contrasto al disagio giovanile, risposta all’interrogazione di Maria Savigni
Articolo successivo“Pug a Sassuolo”, risposta all’interrogazione di Serena Lenzotti