Si svolgerà nel segno di Villiam Vecchi, scomparso pochi giorni fa, la festa dello sport scandianese, appuntamento lanciato dall’amministrazione comunale per promuovere tra la cittadinanza di qualsiasi età le infinite possibilità di svolgere attività sportiva sul territorio scandianese.

Una grande festa che avrà luogo sabato 17 settembre, nel pomeriggio, nella zona sportiva, tra il camminamento dedicato a Umberto Guidetti e le tante strutture che rendono la zona all’angolo tra via della Repubblica e via Togliatti un vero e proprio punto di riferimento per quanto riguarda la vita all’aria aperta e l’educazione allo sport.

Tantissime le associazioni sportive presenti, per offrire una panoramica di possibili attività davvero senza eguali, per bambini, ragazzi e adulti di ogni età.

Previsto, come detto, un momento di commemorazione del grande portiere scandianese, conosciuto in tutto il mondo per i suoi grandi successi ottenuti al fianco di Carlo Ancelotti e amatissimo a Scandiano, dove è ricordato per la grande umanità e il forte legame con le sue radici.

“E’ un dovere della nostra amministrazione – ha dichiarato il sindaco di Scandiano Matteo Nasciuti – ricordare Villiam in questa che per noi è la principale occasione di promozione sportiva sul territorio. In attesa di organizzare, magari insieme alle squadre a cui era legatissimo, un’iniziativa ad hoc, qui, dove ogni anno passano centinaia tra bambini, ragazzi e adulti, la figura di Villiam potrà trovare infatti il riconoscimento che merita”.

Nasce da qui l’invito a Sergio Eberini, portiere ed ex allenatore della Reggiana, grande amico di Villiam Vecchi, che ci racconterà – a partire dalle 15 circa – un Villiam professionista e uomo dai grandi valori.

“La dimensione organizzativa dell’iniziativa è come sempre importante – ha aggiunto poi l’assessore allo sport Nearco Corti – coinvolgendo gran parte delle associazioni sportive scandianesi. Chi fa sport ad ogni livello, chi contribuisce a lavorare sulla cultura sportiva e sull’educazione ai corretti stili di vita, qui è il benvenuto e avrà spazio per promuoversi”.

In uno spazio davvero enorme, dunque, troveranno spazio dimostrazioni, prove, banchetti informativi e occasioni di approfondimento e scoperta.

Ci sarà poi il punto ristoro a cura dell’associazione “Il Mucchio”, il cui ricavato andrà a sostenere progetti inclusivi rivolti a bambini e ragazzi.

Articolo precedenteCaro bollette: intesa Adiconsum-Iren per attenuare aumenti da dicembre
Articolo successivoElena Annovi – Danzo nell’Universo Corpo