Per anni ha subito violenze fisiche, psicologiche oltre che economiche dal marito: ora una donna pakistana può iniziare a condurre una vita diversa.

E’ stato, infatti, erogato un sostegno economico della “Fondazione emiliano-romagnola per le vittime di reati” nei confronti della donna e dei suoi tre figli che un anno fa furono allontanati d’urgenza dalla casa familiare, per le violenze che subì. A presentare l’istanza è stato il sindaco di Vergato, Giuseppe Argentieri, e nei giorni scorsi la Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati ha erogato, un aiuto economico alla donna, residente a Vergato, che un anno fa fu allontanata d’urgenza dalla propria abitazione con i suoi tre figli minori, e condotta in una casa rifugio a indirizzo segreto a causa delle continue violenze fisiche e psicologiche subite dal marito.

A curare l’istruttoria è stata la comandante della Polizia locale, Elena Corsini, la quale ha dichiarato: “la violenza ha molte forme e manifestazioni, anche la dipendenza economica di una donna dal marito può rappresentarne una forma. Grazie al contributo della Fondazione emiliano-romagnola riusciremo a garantire alla vittima un percorso d’uscita dai maltrattamenti subiti e il raggiungimento di un’autonomia economica e sociale, che si tradurrà in concreto, in una “nuova vita” per lei e i suoi tre figli”.

 

 





PER LA TUA PUBBLICITA'
0536 807013

Articolo precedenteDoppio appuntamento del Teatro dell’Orsa a Sassuolo per FestivalFilosofia
Articolo successivoMonzuno al Festival dell’Economia Civile