Con l’obiettivo di proseguire e incrementare l’attività di informazione e confronto sul territorio con l’avvicinarsi del 1° gennaio – momento in cui Bologna Città 30 sarà pienamente realtà – sabato 2 dicembre è in programma una mattinata di informazione e attivazione per il progetto che vede protagonista direttamente la cittadinanza.

Dentro la cornice comune di “In cammino verso la Città 30”, infatti, sono diverse le iniziative previste nei sei quartieri della città nate grazie all’attivazione diretta di centinaia di cittadine, cittadini e comunità attive del territorio che negli scorsi mesi hanno dato la loro disponibilità a diventare “ambasciatrici e ambasciatori di Bologna Città 30” per supportare l’Amministrazione contribuendo alla diffusione delle informazioni sul progetto e al dialogo con i propri concittadini.

Dalle loro idee e dal loro tempo è nato quindi un programma fatto di camminate lungo le strade di quartiere, colazioni di vicinato, banchetti informativi in mercati e feste di strada ed altre attività, che sabato mattina saranno l’occasione per tutte le persone interessate per conoscere meglio e confrontarsi sul progetto, parlando direttamente con altri cittadini abitanti del proprio quartiere in un’ottica di comunicazione orizzontale e di prossimità, grazie anche alla disponibilità di nuovi materiali informativi.

Ecco il programma dettagliato delle iniziative di sabato 2 dicembre, a cui tutta la cittadinanza è invitata a partecipare:

Quartiere Borgo Panigale-Reno
Appuntamento alle 10.30 al mercato di Villa Bernaroli in via Morazzo 3 per un banchetto informativo

Quartiere San Donato-San Vitale
Appuntamento dalle 11 alle 13 al Parco Mauro Mitilini, Andrea Moneta, Otello Stefanini in via Pirandello per un banchetto informativo nell’ambito della Festa di strada del Pilastro

Quartiere Santo Stefano
Appuntamento alle 9.30 al Café Mazzini in via Giuseppe Mazzini 47/A per una camminata verso i mercatini di Natale del portico di Santa Maria dei Servi e il mercato di Piazza Aldrovandi

Quartiere Savena
Doppio appuntamento: alle 10 a Villa Mazzacorati in via Toscana 19 per una camminata lungo via Toscana per arrivare fino al Giardino Europa Unita e sempre alle 10 nei pressi della Pam di via Bellaria 47 per un punto informativo e un’altra camminata fino al Giardino Europa Unita

Quartiere Porto-Saragozza
Appuntamento alle 10 al mercato di piazza San Rocco per un banchetto informativo fino alle 12

Quartiere Navile
Appuntamento alle 10 al Teatro Testoni in via Matteotti 16 per un banchetto informativo cui seguirà una camminata insieme che finirà alle ore 12.

Durante le iniziative, che potranno subire variazioni in base alle condizioni meteorologiche, sarà distribuito un nuovo pieghevole informativo, con cui ambasciatori e ambasciatrici potranno raccontare ai bolognesi i cinque principali vantaggi della Città 30: più sicurezza stradale; gli stessi tempi di percorrenza ma con meno stress e traffico; uno spazio pubblico per tutti; meno inquinamento e rumore; più mobilità a piedi, in bici e coi mezzi pubblici.

Questa giornata fa seguito a un primo incontro con alcune centinaia di persone che tramite il questionario diffuso nei mesi scorsi hanno manifestato la loro volontà di impegnarsi in prima persona per organizzare e partecipare ad attività, anche collettive, di racconto degli obiettivi del progetto, ascoltando e interagendo con le persone, divenendo “ambasciatori” e “ambasciatrici” di Bologna Città 30. È online un modulo aperto a chiunque voglia a sua volta aderire per sostenere il progetto e ricevere un kit di attivazione e comunicazione.

L’iniziativa è parte del percorso di accompagnamento al cambiamento e alla trasformazione della città previsti dal progetto Bologna Città 30, promosso dal Comune di Bologna e realizzato con il supporto di Fondazione per l’Innovazione Urbana, che cura in particolare gli aspetti di comunicazione, ascolto, coinvolgimento e ingaggio delle persone e comunità.

Una trasformazione che di fatto è già in corso: recentemente, per esempio, sono partiti i lavori per il nuovo viale Oriani e per la creazione di nuovi percorsi ciclabili e la messa in sicurezza della carreggiata e degli incroci in via Toscana, per la ciclostazione vicino alla Stazione Centrale e per il potenziamento della rete ciclabile in zona San Donato.

Articolo precedente54 Carabinieri raffittiscono ulteriormente il capillare reticolo territoriale dell’Arma in provincia di Modena
Articolo successivoNuove deleghe in Città metropolitana, il Sindaco nomina Giulia Sarti