Il numero di autovetture presenti in provincia di Bologna è in crescita, peraltro con un dato piuttosto netto: è questo ciò che emerge dalle statistiche ufficiali presentate da ACI, Automobile Club d’Italia, e pubblicate sul relativo sito Internet ufficiale.

Anche nell’intera Italia il bilancio tra prime iscrizioni e radiazioni è positivo

Prima di entrare nel dettaglio, si può affermare che la provincia bolognese risulta essere piuttosto in linea con i trend nazionali: il numero di automobili, infatti, è in crescita anche nell’intera Italia.

Nel corso del 2023 infatti, secondo ACI, in Italia sono state effettuate 1.576.966 milioni di prime iscrizioni, a fronte di 984.763 radiazioni, il bilancio è dunque positivo di ben 592.203 unità.

Si segnalano anche 2.906.420 passaggi di proprietà, i quali tuttavia non influiscono sulla quantità effettiva di automobili attive.

Auto sempre più diffuse, nonostante oggi vi siano sempre più alternative

I dati, dunque, sono significativi, soprattutto se si considera che oggi è possibile far ricorso, per la mobilità personale, ad una gamma di soluzioni sicuramente più ampia ed efficace rispetto al passato.

Oltre al trasporto pubblico, che in diverse zone d’Italia si è molto evoluto, sono sempre più diffusi i mezzi di trasporto leggeri e green, come anche i motocicli: anche per i medesimi, infatti, i trend di vendita risultano essere in crescita.

Non bisogna inoltre dimenticare che oggi, se si vuol avere un’auto a propria completa disposizione, si può optare anche per soluzioni differenti rispetto all’acquisto, come il noleggio a lungo termine, un tempo prerogativa delle aziende e oggi, invece, ormai discretamente diffuso anche tra i cittadini che devono provvedere alle loro esigenze personali e familiari.

A fronte del pagamento di un canone stabilito da contratto, infatti, l’automobilista può evitare tutte le spese inerenti la gestione del veicolo (polizza assicurativa, bollo, revisioni, eventuali riparazioni di guasti ecc.), senza trascurare il fatto che in questo modo si può evitare di acquistare un bene, ovvero appunto l’automobile, che tende a svalutare molto rapidamente in termini di valori economici.

Le soluzioni non mancano neppure per esigenze più specifiche: chi desidera guidare delle supercar per diletto, ad esempio, può farlo in ogni zona d’Italia e con costi del tutto accessibili nell’ambito di appositi eventi organizzati da società specializzate: We Can Race consente di guidare all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola degli splendidi modelli di Ferrari, Lamborghini, Porsche e altre prestigiose case produttrici.

Ciò detto, andiamo ora a scoprire le statistiche che riguardano la provincia di Bologna.

In provincia di Bologna, il bilancio è di +13.708 autovetture

Secondo ACI, nel 2023 sono state effettuate, in provincia di Bologna, 28.356 prime iscrizioni, mentre le radiazioni sono state, nel medesimo periodo, 14.648.

ACI specifica anche l’effettuazione di 43.688 passaggi di proprietà, cifra che non incide sul bilancio tra auto iscritte e dismesse che, sulla base di quanto detto, in provincia risulta essere di +13.708 autovetture.

Per tutte le tre voci, dunque prime iscrizioni, passaggi di proprietà e radiazioni, la provincia di Bologna fa dunque registrare cifre proporzionali rispetto ai già citati dati nazionali.

Articolo precedenteAl Ferrari di Maranello giovedì arriva “Tangos!” della Compagnia Naturalis Labor
Articolo successivoRapina all’autostazione di Modena: la Polizia di Stato denuncia un minorenne