Home Attualita' Napolitano chiede foto del Tricolore modenese da guinnes

Napolitano chiede foto del Tricolore modenese da guinnes

“L’originalità delle iniziative con le quali la città di Modena si prepara a celebrare l’anniversario del 2 giugno mi ha davvero colpito”. Lo scrive il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in una lettera al sindaco Giorgio Pighi. Napolitano esprime il suo “plauso” e chiede “una fotografia che renda giustizia al Tricolore, probabile detentore del Guinness dei primati in materia di bandiere”.

Per la festa della Repubblica sfilerà, infatti, nelle vie del centro storico di Modena un drappo, lungo 1797 metri – come l’anno di nascita del primo tricolore – largo 4,80 e con una superficie di 8 mila 626 metri quadrati e un peso di cinque quintali. Per sorreggerlo servirà la forza di circa 2 mila reggitori.

Attualmente i volontari che hanno aderito sono circa 1400; non sono solo società sportive, associazioni di volontariato, combattentistiche e d’arma modenesi, ma anche – fra gli altri – alpini, soci dei Lions e della Misericordia che provengono da varie città della regione. Chi è interessato a reggere il tricolore può comunicarlo all’assessorato allo Sport del Comune di Modena (tel. 059 2032714-2715, www.comune.modena.it/sport), che ha promosso l’iniziativa con il Distretto Lions 108 Tb.

La manifestazione inizierà alle 10.30, terminerà alle 13.30 e si snoderà su un percorso di quattro chilometri: il camion che trasporterà il tricolore sarà parcheggiato in via Berengario e la bandiera sfilerà in largo Aldo Moro, via Emilia centro, largo Porta Bologna, viale Caduti in Guerra (contro mano), piazzale Natale Bruni, corso Vittorio, cortile d’onore del Palazzo Ducale, via Farini, vai Emilia, largo Aldo Moro e via Berengario, dove il tricolore sarà riavvolto.

All’iniziativa parteciperanno anche gruppi di sbandieratori di Cento e Ferrara e le bande musicali di Modena, Spilamberto, Castelvetro, Montefiorino e Vezzano Ligure. Previsti anche una parata di auto e moto storiche e un gruppo di figuranti con divise storiche della Guardia civica Cispadana.

La bandiera più lunga del mondo è stata ideata e realizzata dall’Associazione nazionale reduci dalla prigionia, dall’internamento e dalla guerra di Liberazione. La sua prima uscita è stata a Roma nel 1999, misurava 1570 metri ed è stata iscritta nel Guinness dei primati. Poi ha sfilato a New York (1999), a Buenos Aires (2000) a Saluzzo (2002) e, allungata a 1670 metri, a Villacidro, in Sardegna il 12 ottobre 2002, stabilendo un nuovo record.

Ambirà al Guinness dei primati anche la più grande tavolata di tortellini mai vista, proposta a Modena per la festa della Repubblica. Il 2 giugno le tavole imbandite con i prodotti della gastronomia locale si snoderanno sotto i portici del Collegio, in via Emilia Centro, e proseguiranno anche sul lato di corso Canalgrande e in via san Carlo. La lunghezza sarà di oltre 140 metri e saranno serviti tortellini per oltre mille persone in tre turni: alle 12, alle 13 e alle 14. L’iniziativa è del consorzio Modena a Tavola, che riunisce i ristoratori tipici della città sotto la guida dello chef Luca Marchini.

Per ogni 50 persone sedute a tavola due “sfogline” prepareranno i tortellini in diretta, due cuochi cucineranno e quattro camerieri serviranno. Il menu prevede tagliere di salumi e prosciutto di Modena con parmigiano reggiano e aceto balsamico tradizionale, amaretti e lambrusco delle quattro doc (Sorbara, Grasparossa di Castelvetro, Salamino di Santa Croce e Reggiano).

Grazie alla collaborazione delle scuole alberghiere, dei Consorzi dei prodotti tipici e degli sponsor, il costo del pranzo sarà a portata di tutti: 13 euro.

Tra il tricolore e le tavolate di tortellini, Modena celebrerà la festa della Repubblica anche con uno spettacolo gratuito di parole e musica in piazza Grande che vedrà protagonisti l’attore comico Stefano Biciocchi, in arte Vito, e il cantautore Eugenio Finardi. L’iniziativa è organizzata dal Comune con il contributo di Confindustria Modena.

Giovedì 2 giugno alle 17.30, dopo il benvenuto del sindaco Giorgio Pighi, Vito leggerà e commenterà i primi 12 articoli della Costituzione. Il concerto di Eugenio Finardi, reduce dal Primo maggio in piazza san Giovanni a Roma, dove ha rivisitato in chiave rock l’inno di Mameli, inizierà alle 18.30.

La festa della Repubblica proseguirà idealmente il 3 giugno alle 20.45 con la partita della Nazionale di calcio al Braglia contro l’Estonia, gara di qualificazione al campionato Euro 2012.