Home Ceramica Tecnargilla: è boom di visitatori stranieri

Tecnargilla: è boom di visitatori stranieri

Tecnargilla si conferma ancora una volta come un appuntamento irrinunciabile per quanti operano nell’industria ceramica mondiale. La maggiore fiera al mondo per le forniture all’industria ceramica e del laterizio, svoltasi a Rimini la scorsa settimana (27 settembre – 1 ottobre), ha chiuso i battenti con un bilancio di presenze positivo. Sono stati 31.599 (+0,5% sul 2008) i visitatori che hanno affollato i padiglioni del quartiere fieristico riminese per scoprire le ultime innovazioni tecnologiche ed estetiche presentate delle maggiori aziende al mondo del settore.

In forte crescita le presenze internazionali, +18.6% sulla precedente edizione del 2008. I visitatori stranieri, pari a 14.603 presenze, hanno rappresentato oltre il 46% dei visitatori totali, confermando la leadership mondiale di Tecnargilla tra le fiere di settore. Si è trattato di buyer e investitori di alto livello in rappresentanza delle maggiori ceramiche e fornaci mondiali decisi a cavalcare la ripresa dotandosi delle migliori tecnologie disponibili, che hanno visitato con interesse le quattro sezioni espositive della fiera: Tecnargilla, dedicata alla produzione di piastrelle, sanitari e stoviglieria, Claytech specializzata nelle tecnologie per la produzione di laterizi, Kromatech, la sezione dedicata all’estetica in ceramica, a colori e materie prime, e Kermat, concentrata sui ceramici avanzati.

“La risposta del pubblico di Tecnargilla – ha dichiarato Pietro Cassani, Presidente di Acimac – conferma ancora una volta che l’innovazione tecnologica è la sola chiave di successo sul mercato. Le aziende espositrici si sono presentate in fiera con un ricco bagaglio di nuove tecnologie mirate all’evoluzione tecnica ed estetica, all’automazione estrema, al risparmio energetico e alla flessibilità produttiva”.

“Il boom di visatatori stranieri, – continua Cassani – “conferma inoltre il successo di Tecnargilla e la sua irrinunciabilità per espositori e compratori che operano in questo settore”.

Alta anche la presenza dei visitatori professionali italiani, che rappresentano il 54% del totale. Sono stati 16.996 i tecnici, direttori di produzione, sviluppo prodotto, marketing e titolari che hanno visitato la fiera.

“Tecnargilla ha raggiunto anche quest’anno ottimi risultati – aggiunge Lorenzo Cagnoni, Presidente di Rimini Fiera – grazie anche alla convinzione, condivisa tra Acimac, Rimini Fiera e le aziende espositrici che questa fiera rappresenti la sola manifestazione al mondo capace di far incontrare le migliori tecnologie per l’industria ceramica e del laterizio coi più qualificati buyer internazionali”. “L’importanza data a questo appuntamento – chiosa Cagnoni – era evidente anche dalla cura e ricercatezza con le quali sono stati realizzati gli stand, progettati per comunicare al visitatore la leadership detenuta e la volontà di continuare a servire al meglio il mercato”.

Il prossimo appuntamento con Tecnargilla sarà nel 2012.